Deposizione di corone allo Slavin ieri per celebrare la vittoria sul fascismo

Si è tenuta ieri a Bratislava, al monumento di Slavin, una cerimonia con deposizione di corone di fiori in onore del 66° anniversario della vittoria sul fascismo e la fine del secondo conflitto mondiale (l8 maggio) con la conseguente liberazione della capitale slovacca. La cerimonia, dedicata ai 7.000 soldati sovietici uccisi durante la liberazione di Bratislava e sepolti presso il memoriale Slavin sulla collina dietro la città, ha visto la partecipazione del Vicepremier Rudolf Chmel, del Ministro della Difesa Lubomir Galko, degli ufficiali dell’Ambasciata Russa a Bratislava, altri diplomatici in Slovacchia e veterani di guerra.

Il Ministro Galko nel suo discorso ha detto che gli eventi legati alla liberazione di Bratislava nel 1945 sono una pietra miliare nella storia del Paese. «La guerra è costata 60 milioni di vite. Malgrado la conclusione della guerra abbia segnato la fine del fascismo, il nostro Paese non era stato veramente liberato, i decenni successivi dominati dal Comunismo hanno lasciato una cicatrice sul destino della Slovacchia e dei suoi cittadini. Malgrado il regime totalitario, siamo riusciti a vincere la libertà e la democrazia nel novembre 1989. Gli orrori causati dai regimi totalitari devono essere un monito per capire che la pace e la libertà non dovrebbero necessariamente essere date per scontato», ha detto Galko.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.