Il Castello si rinnova l’immagine con una statua del Principe Svätopluk

Ieri sera, Domenica 6 Giugno, il Primo Ministro Robert Fico, col Presidente della Repubblica Ivan Gasparovic e il Presidente del Parlamento Pavol Paska, hanno svelato davanti al Castello di Bratislava una statua equestre dedicata a Svätopluk. Il Castello, dice una nota del Governo, non è stato scelto a caso per l’installazione della statua: ha avuto un ruolo di primo piano nelle manifestazioni che riguardavano la sovranità slovacca, dalle sue radici nell’epoca della Grande Moravia – l‘epoca in cui Svätopluk regnò – come importante centro religioso ed amministrativo, alla firma della legge sulla Federazione Ceco-Slovacca del 1968, fino alla firma della Costituzione della Repubblica Slovacca del 1992. Dunque si è voluto celebrare il Principe di Nitra, diventato re, quale ‚creatore‘ di un regno vasto ed importante nell’Europa centrale, con una campagna di conquiste grazie alle quali sotto di lui la Grande Moravia registrò nel decimo secolo la sua massima espansione. Arrivò infatti a coprire le attuali Slovacchia, Cechia, Ungheria, e parte di Polonia, Germania, Austria, Slovenia, Croazia, Serbia, Romania e Ucraina. 

Nella cerimonia di ieri sera per la verità, trasmessa in diretta televisiva, i toni usati erano un po’.. pieni di epica drammatica e pathos patriottico, conditi con effetti speciali. Luci d’effetto, musica sfavillante e bracieri fiammeggianti hanno fatto da cornice alla scopertura, dopo la cerimonia forse un po’ demodé dell’inserimento, nel basamento della statua, di urne con manciate di terra slovacca portate dai governatori delle otto regioni. La statua, un bronzo equestre di circa otto metri di altezza dello scultore Jan Kulich, si dice costasse 270 mila euro – ma pare che solo metà della cifra sia stata coperta. Molti artisti slovacchi hanno protestato con lettera aperta, e hanno manifestato ieri al Castello, per la commissione a Kulich con appalto diretto, senza l’istituzione di gara pubblica come d’uso in questi casi. L’operazione non è stata completamente apprezzata nemmeno da parte degli storici. In particolare Jan Steinhubel dell’Accademia delle Scienze (SAV), che si occupa del periodo della Grande Moravia, contesta la scelta del Castello di Bratislava: il quotidiano SME riporta le sue parole, ove dice che la sede del regno di Svätopluk non era Bratislava, ma Mikulcice o Stare Mesto e, forse, Nitra.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.