Figel vuole modificare le strade a pedaggio ma tace sui dettagli


Il Ministro dei Trasporti ha in piano di modificare le esistenti tariffe delle strade a pedaggio, l’estensione della rete stradale soggetta a pedaggio, ridurre il numero delle sezioni stradali e introdurre più tasse sulle strade principali. Il progetto è stato presentato mercoledì nella riunione di Gabinetto, ma è stato poi messo da parte. Il piano completo delle modifiche dovrebbe essere pronto entro la fine di giugno. La principale intenzione del ministro è di ridurre il numero di sezioni stradali sottoposte al dazio entro luglio – per abbassare i costi di gestione del sistema di riscossione, che nel 2010 avevano superato di 2 milioni di euro quelli originariamente previsti – dovuti a un numero crescente di tratte sottoposte a pedaggio, passate da 1.000 a più di 1.600.

«Stiamo preparando una proposta dettagliata. Vogliamo accorpare le sezioni per ridurre i costi» ha detto il Ministro dei Trasporti Jan Figel – senza commentare sulla portata delle riduzioni. Il Ministro ha anche pianificato di mantenere permanentemente in funzione il ticketing (adesivi a tempo usati nelle autostrade slovacche).

Il sistema di pedaggio elettronico per i veicoli di peso superiore alle 3,5 tonnellate è stato introdotto in Slovacchia nel gennaio 2010. Attualmente, il pedaggio si applica a 391 km di autostrade, 181 km di superstrade e 1.385 km di strade di prima classe, per un totale di 1.957 km.

(Fonte: Tasr)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.