Radicova: «Gli sforzi del consolidamento non aumenteranno le tasse»

Sebbene i salari siano stati congelati, lo Stato dovrà ottenere una somma addizionale di denaro di oltre 200 milioni di euro per raggiungere il budget necessario a ridurre il deficit del Governo generale al 3,8% del PIL del paese. Il Primo Ministro Iveta Radicova ha comunque detto che i cittadini non devono spaventarsi poiché lo Stato dovrebbe acquisire tale somma da operazioni più efficaci. «Esiste un accordo con cui noi miglioreremo la gestione del patrimonio statale e non intraprenderemo la strada di un aumento fiscale per i cittadini», ha detto la Radicova dopo un incontro con il Consiglio di Coalizione Lunedì, in occasione del quale i capi della Coalizione hanno anche trattato le linee generali del budget del prossimo anno.

Il Ministro delle Finanze ha proposto fra le linee generali di congelare gli stipendi dell’Amministrazione statale anche per il 2012, mentre solo gli insegnanti possono contare su un modesto aumento. Ulteriori misure prevedono di raggiungere il deficit previsto delle finanze pubbliche compreso un minore numero di tasse, un maggiore guadagno dai dividendi delle aziende statali e un incremento delle accise su birra e vino. Nelle linee guida del Ministero si è inoltre progettato di porre un tetto alle spese di ciascun Ministero. Quelli che dovrebbero essere colpiti dai tagli non apprezzano le misure e obiettano numerosi punti essenziali. «Tutti stanno proteggendo il proprio dicastero», ha commentato la Radicova sulle negoziazioni iniziali del bilancio 2012. Lei comunque dice che le linee base avanzate dal Ministero della Finanze dovrebbero essere colte come un potenziale suggerimento. «Ciascuna potenziale proposta intavolata dal Ministero delle Finanze sarà sottoposta a ulteriori negoziati», ha detto.

Il deficit della finanza pubblica slovacca dovrebbe scendere sotto i criteri di Maastricht del 3% del PIL nel 2013. Il Ministero delle Finanze ha confermato questo obiettivo, e definito già un triennale bilancio di Governo, nell’aggiornato programma di riforma nazionale. La parte maggiore del consolidamento dei fondi pubblici dovrebbe perciò essere implementata già da quest’anno, quando il deficit si è ridotto dall’8% del PIL al 4,9% dallo scorso anno. Nel 2012 il gap dovrebbe stringersi al 3,8% e nel 2013 al 2,9% del PIL. Dopo il 2013, l’obiettivo è quello di perseverare nel consolidamento così che la porzione del debito pubblico lordo dell’Amministrazione pubblica sul PIL diminuirà e verrà raggiunto un bilancio equilibrato a medio termine.

(Fonte webnoviny.sk)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google