Ministro Miklos: Draghi è rispettato in Europa, per noi è ok alla BCE

Il Ministro delle Finanze slovacco Ivan Miklos ha detto lo scorso Giovedì che lui sosterrà la candidatura di Mario Draghi, Governatore di BankItalia, per la sostituzione di Jean-Claude Trichet da Ottobre alla guida della Banca Centrale Europea (BCE). «È molto rispettato e riconosciuto come banchiere centrale e io personalmente non ho problemi con la sua nomina a questo incarico», ha detto Miklos, che ha aggiunto di aspettarsi un accordo per la fornitura dell’aiuto internazionale per all’indebitato Portogallo per la metà di Maggio.

Allo stesso tempo, dopo l’assenso di Sarkozy è arrivata anche l’investitura per Draghi da parte del Cancelliere tedesco Angela Merkel, che, dopo aver fatto la voce alta per specificare che non si va da nessuna parte senza l’ok della Germania (questo dopo l’accordo Italia-Francia), ha dato il suo assenso alla candidatura italiana. La Merkel avrebbe detto, secondo quanto riportato dal quotidiano Bild nell’edizione di Venerdì, che la Germania avrebbe sostenuto «il più tedesco tra gli altri candidati», riferendosi alle qualità “tedesche” di Draghi riguardo il suo conservatorismo fiscale, l’impegno per la stabilità dell’Euro e la volontà di spingere i Paesi dell’Eurozona minati dal debito a fare riforme. Il Bild ha anche ritratto Draghi con un elmetto prussiano, scrivendo che «gli dona», e riportando quelle che il più inflente e letto quotidiano tedesco ritiene siano le migliori caratteristiche di Draghi: rigoroso, con i piedi per terra, ambizioso, leale e indipendente. Dietrofront sorprendente per un giornale che nell’ultimo anno aveva bocciato la sua candidatura. E se il Frankfurter Allgemeine Zeintung lo definisce un fatto scontato, il settimanale tedesco Der Spiegel in edicola ieri, cita però il fatto che la Merkel chieda contropartite in cambio della nomina di Draghi: due nomine tedesche in organismi economici internazionali e garanzie sui meccanismi di maggioranza del fondo di stabilità europeo (ESM).

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.