Beato Giovanni Paolo II, Gasparovic: la Slovacchia ha con lui rapporto molto stretto

La figura di Papa Giovanni Paolo II diffonde vicinanza e comprensione. Egli aveva un rapporto stretto con la gente, specialmente i giovani, e per questo era così popolare, ha detto il Presidente slovacco Ivan Gasparovic partecipando ieri alla cerimonia della beatificazione di Papa Wojtyla su Piazza San Pietro in Vaticano. Secondo il Presidente, il Papa precedente era in grado di congiungere le persone e le Nazioni, «e questo è ciò di cui la società ha bisogno al giorno d’oggi. Giovanni Paolo II era un amico molto intimo della Slovacchia, che ha visitato tre volte nel suo pontificato, e il rapporto con gli slovacchi era assai più vicino».

Dopo la cerimonia, Gasparovic ha anche incontrato Papa Benedetto XVI per una breve udienza, ripetendo a Sua Santità l’invito a visitare il Paese per celebrare il 1.150° anniversario dell’arrivo dei Santi Cirillo e Metodio nella Grande Moravia, territorio che comprendeva parte dell’attuale territorio della Slovacchia.

Giovanni Paolo II è stato beatificato ieri in San Pietro sotto gli occhi attenti di una folla sterminata che ha ingolfato il traffico romano (oltre a Viale della Conciliazione, la lunga – e larga – arteria cha arriva alla piazza dal Ponte di Sant’Angelo, erano pieni di gente i Lungotevere fino almeno ad altri due ponti di distanza da entrambe la parti).

E a differenza di altri casi, per il nuovo Beato è stata anche fissata una data per la venerazione, il 22 Ottobre, che è il giorno della sua intronizzazione nel 1978, inizio ufficiale del suo pontificato, quando pronuncià le leggendarie parole «non abbiate paura, aprite, spalancate le porte a Cristo». Per decisione della Santa Sede, dunque, il 22 ottobre Papa Wojtyla potrà essere festeggiato in tutto il mondo.

Oltre un milione i pellegrini arrivati nella capitale per l’evento (un milione e mezzo secondo la Questura di Roma), molti dei quali hanno passato almeno una notte all’aperto in fila, ed altri si sono assiepati nelle zone con maxischermi, come il Circo Massimo dove si sono stimati 200 mila presenti.

Poco prima della celebrazione, officiata da Benedetto XVI con i Cardinali, l’ottantenne spagnolo Card. Agustin Garcia-Gasco Vicente, ex Arcivescovo di Valencia, ha accusato un malore ed è morto per infarto nel raggiungere un vicino ospedale.

Alla cerimonia sono intervenute 87 delegazioni ufficiali, con 16 Capi di Stato (tra cui il Presidente slovacco e naturalmente quello italiano), cinque case regnanti, vari Primi Ministri.

(Fonte TASR, La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google