Dzurinda: non sono un fan dell’ESM, ma non possiamo tirare troppo la corda

La Slovacchia non è l’unico Paese dove si sono alzate voci contrarie al Meccanismo europeo di stabilità (ESM), ha detto il Ministro degli Esteri Mikulas Dzurinda (SDKU-DS) nel programma domenicale di politica su TV Markiza ‘Na Telo’ (A nudo), aggiungendo che voci simili sono anche apparse in Finlandia e Germania. Dzurinda ha detto di comprendere in parte la posizione assunta dal partito della Coalizione Libertà e Solidarietà (SaS), che non intende sostenere il contributo slovacco all’ESM. «Nemmeno io sono un grande fan dell’ESM, non credo in tali metodi. Credo nella responsabilità di ogni singolo Stato membro. Abbiamo il Fondo monetario internazionale, e abbiamo altre istituzioni.. non credo necessario creare nuove istituzioni per risolvere i problemi», ha sottolineato Dzurinda.

Che dice però di essersi espresso in Consiglio dei Ministri a favore della modifica del Trattato di Lisbona – che permetterebbe la creazione dell’ESM – per diversi motivi politici, e anche per cercare di convincere SaS a sostenerlo. «C’è ancora molto spazio per portare il provvedimento in Parlamento. Abbiamo molto tempo davanti… tutto il prossimo anno per ratificarlo», ha detto Dzurinda. Secondo lui, la Slovacchia si è guadagnata un certo rispetto quando ha rifiutato di partecipare all’aiuto alla Grecia lo scorso anno, ma questo atteggiamento non può essere spinto troppo oltre il limite.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.