Eletto il nuovo rettore a Trencin

Novità dall’Università Alexander Dubcek di Trencin, funestata nell’ultimo anno dallo scandalo delle lauree facili scoppiato nell’Ottobre 2009, e dalla caparbia di un rettore (Miroslav Mecar) che non voleva accettare la revoca del suo incarico, sancita dal Senato Accademico della stessa Università il 7 Dicembre. Il caso – secondo il Ministero dell’Educazione, a seguito di una indagine – riguardava oltre 300 studenti, che avevano passato esami in tempi estremamente più veloci del normale, e addirittura avrebbero sostenuto tali esami durante soggiorni di studio all’estero. Il caso che ha fatto scoprire la pentola fu quello della figlia del Preside di Economia, laureatasi in ingegneria in nove mesi, presentando una tesi con ampi passaggi platealmente copiati. Dopo mesi di tira e molla, finalmente in gennaio Mecar rassegnò le dimissioni – e subitaneamente, facendo storcere il naso a molti, fu eletto a Preside della Facoltà di Relazioni Socio-economiche – e dal 1° Marzo il Ministro dell’Educazione Jan Mikolaj nominò un Rettore pro-tempore – Ivan Kneppo – che tenne le redini dell’ateneo fino alle elezioni, tenutesi il 2 Giugno. Alla seconda votazione del Senato, Kneppo ne è uscito vincitore con 14 voti su 26. Il Ministero dell’Educazione aveva interessato lo scorso anno del caso ‘lauree express’ il Procuratore Generale Dobroslav Trnka, mentre la Conferenza dei Rettori slovacca aveva del tutto sconfessato l’ex rettore Mecar, bocciando la sua nuova carica di Preside nella stessa Università, e intimandogli di lasciare la comunità accademica. La famiglia Dubcek aveva minacciato di ritirare all’ateneo il diritto di portarne il nome se il problema non si fosse risolto a breve.

(Pierluigi Solieri)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.