Dzurinda: i negoziati di accesso della Croazia all’UE possono chiudersi a Giugno

La Croazia probabilmente terminerà la sua procedura di ingresso nella Comunità Europea verso la fine di Giugno. Il Ministro degli Affari Esteri slovacco Mikulas Dzurinda, assieme al collega austriaco Micheal Spindelegger, sono arrivati a un accordo durante la loro visita comune in Croazia questo Lunedì. I due Ministri hanno risposto ai quesiti sulla possibile tendenza dell’UE a rallentare il processo di chiusura dei capitoli finali della negoziazione. Entrambi hanno inoltre annunciato che inoltreranno il loro parere al Presidente della Commissione Europea José Manuel Barroso e al Commissario per l’allargamento europeo Stefan Fule.

Dzurinda ha poi promesso il suo impegno nel premere a favore della Croazia nei patti bilaterali. A suo dire, la cosiddetta fatica dell’allargamento o la crisi finanziaria non possono giustificare un’incertezza nel processo di integrazione europea.

I due Ministri hanno incontrato il Presidente croato Ivo Josipovic, il Primo Ministro Jadranka Kosor e il Ministro per gli Affari Esteri Gordan Jandrokovic in un incontro finalizzato a dimostrare il considerevole incoraggiamento alla Croazia nelle fasi finali dei loro trattati.

Cinque dei 33 capitoli dei negoziati, specialmente sulla competizione e sulla giustizia, rimangono aperti. Dzurinda ha detto che la Croazia è ovviamente conforme ai requisiti europei e che l’Unione deve affrontare la decisione politica sulla sua adesione.

Secondo il Ministro è sia negli interessi della Slovacchia che dell’Europa accettare la Croazia. Ciò darebbe grande motivazione ai popoli di Serbia, Montenegro, Macedonia, Bosnia ed Herzegovina e ad altri Paesi del sud-est Europa nel seguire l’esempio e compiere gli stessi sforzi per unirsi al blocco europeo.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.