Governo: ok a regole (molto) più severe in Slovacchia per guida in stato di ebbrezza

La guida in stato di ebbrezza potrebbe diventare un reato penale in Slovacchia, anche se il conducente non provoca alcun incidente stradale. Il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri un emendamento al Codice della strada secondo il quale chi guida con più dell’uno per mille di alcool nel sangue (0,4763 ml per litro) o sotto l’influenza di altre sostanze illecite rischia un anno di detenzione, e la stessa pena può essere inflitta a chi rifiuta di eseguire il test su invito delle forze dell’ordine. «Quando un conducente si siede al volante sotto l’influenza dell’alcol il veicolo diventa un’arma pericolosa, che potenzialmente può uccidere persone innocenti», ha detto il Ministro degli Interni Daniel Lipsic.

Il Governo ha dunque approvato il principio “tre volte e sei fuori”, che prevede il ritiro della patente permanente ai conducenti “beccati” ubriachi alla guida per tre volte. La misura, tuttavia, non sarà retroattiva.  L’emendamento integra anche la limitazione nell’uso delle strade di seconda e terza classe al traffico merci, e introduce la possibilità di acquisire una patente di guida per i ragazzi di 17 anni, che tuttavia per il primo anno potranno guidare soltanto con la supervisione di un altro pilota con esperienza di almeno un anno. L’obiettivo è dare ai giovani piloti la possibilità di imparare da qualcuno che ha già l’esperienza di guida, una misura già in essere in altri Paesi, come la Germania, dove il numero di incidenti provocati dai giovani piloti è diminuito dopo l’introduzione di questa opportunità.

Per aumentare la protezione di pedoni e ciclisti, il progetto di legge introduce inoltre nuove multe per il mancato stop ai passaggi pedonali, che andranno da 60 a 300 euro. Una delle novità introdotte è anche l’obbligo di prendere ulteriori lezioni di guida per i pluritrasgressori delle regole del Codice stradale.

(Fonte webnoviny)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.