Sulik: proveremo a persuadere i partner di Coalizione a rifiutare l’ESM

Il partito di maggioranza Libertà e Solidarietà (SaS), che ha avvertito il suo rifiuto di sostenere in Parlamento la partecipazione slovacca nell’ESM (il Meccanismo Europeo di Stabilità), proverà a persuadere i suoi partner di Coalizione a prendere la stessa posizione, ha detto il Presidente SaS Richard Sulik dopo il Consiglio di Coalizione di questa settimana. «Abbiamo presentato la nostra posizione ai colleghi di Coalizione e spiegato le nostre ragioni e motivazioni. Questa discussione continuerà, e proveremo a persuadere anche gli altri della bontà della nostra risoluzione e della nostra responsabilità nel dire no all’ESM», ha detto Sulik.

Il presidente dei Cristiano Democratici Jan Figel ha detto che lui crede che l’accordo ESM verrà ratificato nei vari Parlamenti dell’Eurozona, incluso quello della Slovacchia, dopo il Giugno 2011. Figel ha sottolineato che la Slovacchia è parte dell’Eurozona, la cui stabilità e credibilità è importante per il Paese. «L’incapacità a raggiungere un accordo o una nostra posizione passiva indebolirebbe soltanto l’Eurozona, ma può anche dividerla», ha avvisato.

Sulik se ne è uscito una settimana fa con l’avvertimento che il suo partito SaS, il secondo della maggioranza di centro-destra, ha deciso di non votare per l’ESM quando la questione arriverà in Parlamento. «Siamo l’unico partito parlamentare che ha deciso di non soccombere alla falsa solidarietà. Non abbiamo dimenticato che, anzitutto, siamo qui per il popolo slovacco, per rappresentare i loro interessi, non per gli interessi delle banche straniere, che a lungo hanno guadagnato dagli alti tassi di interesse sui prestiti dati a Paesi irresponsabili, e quindi a politici irresponsabili», ha detto Sulik in una conferenza stampa lo scorso Mercoledì 20 Aprile.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.