Slovenske Elektrarne multata per Mochovce, ma dice: nessun pericolo di sicurezza

L’Autorità nucleare regionale slovacca (UJD) ha emesso due multe per totali 115.000 euro al produttore di energia elettrica nazionale Slovenske Elektrarne (SE). L’Autorità ha rilevato che SE aveva violato la legge per l’uso dell’energia nucleare nella gestione della centrale nucleare di Mochovce. Una multa di 15.000 euro è stata applicata per il mancato rispetto dei provvedimenti del protocollo di revisione nella formazione del personale. La seconda sanzione, pari a 100.000 euro, è relativa a infrazioni sulla documentazione per le modifiche realizzate su certe apparecchiature senza l’approvazione dell’Autorità. Le multe saranno incassate dal Fondo nucleare nazionale.

La società elettrica informa, tramite il portavoce Jana Burdova, che entrambe le sanzioni sono provvedimenti per errori amministrativi, che sono già stati sistemati e che in ogni caso non hanno recato alcun tipo di rischio per la sicurezza della centrale nucleare. SE aveva anche presentato ricorso all’Autorità contestando le ammende, ma i ricorsi non sono stati accettati.

Slovenske Elektrarne è il maggior produttore di energia elettrica in Slovacchia, e il secondo nell’intera Europa centro-orientale. Gestisce 5.693,24 megawatt di potenza installata prodotta con 2 centrali nucleari (Mochovce e Jaslovske Bohunice), due centrali termiche e 34 impianti idroelettrici.  L’italiana Enel detiene il 66% nella società dall’Aprile 2006, mentre la quota rimanente del 34% è detenuta dallo Stato slovacco tramite il Fondo di proprietà nazionale (FNM), che funge da agenzia di privatizzazione del Governo.

(Fonte RSI, La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google