Radicova: dobbiamo discutere di più sull’ESM

L’unico modo per garantire il sostegno in Parlamento all’istituzione del Meccanismo Europeo di Stabilità (ESM) è di tenere colloqui con tutti i partiti politici rappresentati in Parlamento fino all’ultimo momento, ha detto il Primo Ministro Iveta Radicova (SDKU-DS) dopo la seduta di Governo di ieri. «I negoziati con tutti i partiti politici, per quanto riguarda l’addendum al Trattato di Lisbona e il nuovo Meccanismo di stabilità, sono già iniziati e continueranno», ha detto la Radicova.

Il partito di Coalizione Libertà e Solidarietà (SaS) ha annunciato ieri che non voterà in Parlamento a favore dell’ESM, progettato per aiutare i Paesi indebitati e a rischio di insolvenza come l’Irlanda e il Portogallo.

Il Ministro delle Finanze Ivan Miklos (SDKU-DS) ha detto che non aveva sentito parlare della posizione di SaS fino a ieri mattina, e ha detto «posso solo esprimere il rammarico di non avere discusso maggiormente la questione in seno alla Coalizione. Ma c’è sicuramente tempo sufficiente» per farlo, ha dichiarato Miklos, che ha sottolineato che il Parlamento slovacco terrà il voto in autunno.

La decisione di Sas non è una buona mossa, si è lasciato andare a dire il Ministro dei Trasporti Jan Figel (Cristiano-Democratici / KDH) dopo il consiglio dei Ministri di ieri. «È una loro decisione autonoma, ma visto il clima politico in cui ci troviamo, non la ritengo opportuna», ha detto Figel. «Questo non aiuterà esattamente ad aumentare la nostra credibilità con gli organismi europei, ovviamente. Solleverà la questione di se o quanto vogliamo seriamente difendere l’Euro», ha affermato Figel.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.