La Corte alla fine ha negato la ristrutturazione a Tipos che ora rischia la bancarotta

Contrariamente alle precedenti decisioni assunte nei verdetti della Corte Distrettuale di Bratislava I (Stare Mesto) datate 13 Aprile, e al contrario anche a quanto da noi riportato l’altro ieri, la Corte ha alla fine rigettato la domanda della società di lotterie di Stato Tipos concernente la sua ristrutturazione finanziaria, come ha annunciato ieri il portavoce dellla Corte Regionale di Bratislava Pavol Adamciak.

La Tipos contava di portare a termine la ristrutturazione per ottenere la protezione dai suoi creditori, le cui richieste, asserisce la Tipos, sono dubbie. I reportage mediatici del 13 Aprile e le voci di corridoio avevano indicato che la Corte aveva approvato la richiesta della Tipos. Il verdetto è stato pubblicato nel Bollettino Commerciale ieri, mentre la sentenza diventa effettiva dopo 24 ore. Secondo Adamciak, la proposta non rispettava i requisiti prescritti dalla legge. Nessun appello è possibile contro la sentenza, ma la Tipos ha il diritto di inoltrare un’altra richiesta.

Il portavoce della Tipos ha detto reagendo ai media che in virtù del fatto che non è stato divulgato alcun dettaglio che spieghi il motivo del rifiuto nel Bollettino Commerciale, l’azienda non commenterà per ora la decisione della Corte. Tipos si trova di fronte ad una rivendicazione economica del valore di decine di milioni di euro da parte della compagnia cipriota Lemikon. La richiesta è collegata a un presunto infrangimento di diritto d’autore che la Tipos ha commesso verso la compagnia di lotteria ceca Sportka, posseduta da Lemikon. La Tipos rischia la bancarotta se non riesce a raggiungere un accordo.

Tipos comunque, poche ore dopo la pubblicazione della sentenza, ha fatto sapere attraverso il portavoce Milos Ronec che intende presentare una seconda richiesta alla Corte. «Siamo convinti di possedere i requisiti per ottenere un permesso di ristrutturazione», ha detto Ronec che ha aggiunto che in tempi brevi tenteranno di risolvere i punti critici citati dalla Corte che ha respinto la domanda.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.