Fico: non possiamo tollerare i dozzinali giochi politici di SaS sull’Euro

Ancora Sulik. Ancora un attacco all’Euro. La sparata di ieri del Presidente del Parlamento, nonché leader del secondo partito della maggioranza Libertà e Solidarietà (SaS) Richard Sulik non è piaciuta affatto allo Smer-SD, il quale è a favore dell’Euro, e come tale agirà di conseguenza quando si tratterà di votare per il Meccanismo di difesa della moneta comune europea ESM, ha detto ieri il suo leader ed ex Premier Robert Fico in una conferenza stampa.

Sulik aveva avvertito ieri che il suo partito non sosterrà in Parlamento la posizione concordata dai Ministri delle Finanze europei e confermato dai Primi Ministri riuniti a Bruxelles poche settimane fa per la costituzione del nuovo Meccanismo Europeo di Stabilità ESM, al quale la Slovacchia dovrà contribuire con 659 milioni di euro in contanti a partire dal 2013.

«Noi difenderemo l’Euro … e non permetteremo a nessun partito politico di segnare punti politici su questo tema», ha detto Fico, e «non possiamo tollerare giochi politici dozzinali come quelli effettuati da SaS di recente». Fico ha aggiunto che l’Euro è di vitale importanza per la Slovacchia e il Governo della Coalizione guidata da Iveta Radicova (SDKU-DS) dovrebbe proteggerlo.

In ogni caso, ha concesso Fico, anche noi abbiamo qualche riserva sul Meccanismo Europeo di Stabilità che dovrà sostituire l’attuale Meccanismo di garanzia EFSF dal 2013. «C’è un problema tecnico e riguarda la forma di pagamento negoziata da Iveta Radicova a Bruxelles. Quando eravamo noi al Governo, abbiamo promosso e sempre negoziato garanzie. Ma il Meccanismo di stabilità di cui stiamo parlando non ci lascia altra possibilità che un pagamento in contanti, il che pone il Paese in una situazione di estremo svantaggio», ha detto Fico, aggiungendo che Smer-SD vuole discutere la questione anche in Parlamento.

La Slovacchia dovrebbe contribuire all’ESM per 659 milioni di euro in contanti. Il Ministro delle Finanze Ivan Miklos ha recentemente dichiarato che questi soldi potrebbero provenire dalle privatizzazioni che si intende realizzare in Slovacchia.

L’ESM dovrebbe iniziare ad essere operativo a partire dal Luglio 2013. La sua capacità di credito complessiva sarà di 500 miliardi, ma saranno necessari un totale di 700 miliardi per motivi di rating. Dovranno essere erogati in denaro 80 miliardi di euro, direttamente dagli Stati membri, mentre i restanti 620 miliardi saranno richiesti se e quando diventasse necessario prestare i soldi a uno Stato membro in default. Gli 80 miliardi vanno raccolti in tre anni, dei quali 40 miliardi fin dall’inizio e il resto entro il 2016.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google