HN: il Ministro Krajcer vuole il sangue dell’agenzia di stampa slovacca di Stato TASR

Un articolo di oggi del quotidiano economico Hospodarske Noviny sottolinea che il Ministro della Cultura Daniel Krajcer (Libertà e Solidarietà / SaS) sta minando alla base la solidità dell’agenzia di stampa di Stato TASR, ente che cade sotto la sua diretta giurisdizione. L’agenzia, infatti, sta inspiegabilmente perdendo grandi clienti dell’Amministrazione statale, per essere sostituita da concorrenti di proprietà privata. La nuova Radio e Televisione della Slovacchia (RTVS) di servizio pubblico, per esempio, appena costituita all’inizio del 2011, ha smesso di comprare il servizio news TASR da questo mese. E dall’inizio dell’anno anche la Previdenza sociale slovacca Socialna Poistovna, di competenza di SaS, ha smesso di utilizzare il servizio. Il contratto tra il Ministero di Krajcer e l’Agenzia, del resto, terminerà il mese prossimo.

Un altro organo esecutivo sotto mandato SaS, il Ministero dell’Economia gestito da Juraj Miskov, ha ora accesso al servizio TASR solo indirettamente, ma ha commisisonato il servizio diretto al principale concorrente di TASR, l’agenzia di informazione di proprietà privata SITA, e così fa la sua Agenzia per gli investimenti e il commercio.

L’agenzia SITA è parzialmente di proprietà di Igor Grosaft, che è anche uomo di SDKU-DS nell’Azienda statale slovacca per la distribuzione dell’energia elettrica SEPS. Presidente del Consiglio di amministrazione di SITA è attualmente Ivan Samel, la cui moglie è capo del dipartimento news nella radiotelevisione RTVS.

Il direttore generale di TASR Jaroslav Reznik ha confermato il calo del numero di abbonati. Secondo lui, ciò non è dovuto ad un deterioramento del servizio o a costi meno invitanti. «È davvero singolare quello che sta succedendo», ha affermato. Krajcer non ha risposto alle domande del quotidiano su una eventuale avversione nei confronti di TASR. Il suo portavoce Eva Chudinova ha soltanto detto che il Manifesto del Governo dovrà essere portato e termine e che l’agenzia sarà trasformata. Il Ministro sta mettendo insieme un gruppo di esperti per lavorare su un emendamento alla legge, con «l’obiettivo di gestire le risorse pubbliche in modo più efficiente», ha detto.

Il presidente di SaS Richard Sulik ha recentemente comunicato al Parlamento che la trasformazione nei fatti signiferà privatizzazione. «Penso che lo Stato non ha bisogno di essere proprietario di un’agenzia di stampa», ha detto al quotidiano ieri.

Nel frattempo, tra i piani del Ministero delle Finanze (sotto mandato dei colleghi di Coalizione di SDKU-DS) si legge di uno stop alle sovvenzioni di Stato a TASR, che sono assegnate oggi all’agenzia per la fornitura di un servizio di interesse pubblico.

TASR ha realizzato un utile di 327.869 euro nel 2010, con ricavi totali pari a 4,9 milioni di euro e spese per 4,5 milioni.

(Fonte HN)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google