I finanziamenti della Slovacchia nell’educazione sono i più bassi d’Europa

La Slovacchia risulta in fondo alla classifica europea dei finanziamenti europei. È ciò che emerge dal nuovo rapporto sui progressi nell’educazione realizzato dalla Commissione Europea. Come informa Andrej Kralik, rappresentante in Slovacchia della Commissione, «la Repubblica Slovacca è l’unico Paese europeo che investe meno del 4% del suo PIL nell’educazione. Il miglior risultato è stato raggiunto dalla Danimarca (7,83%), Cipro (6,93%) e dalla Svezia (6,69%)». Il Commissario Europeo per l’educazione Androulla Vassiliou raccomanda con forza che gli Stati membri non taglino il proprio budget di spesa nel settore malgrado la difficile situazione dovuta alla crisi. «Spendere nell’educazione è un buon investimento per il lavoro e la crescita economica che a lungo termine si paga da sola», ha affermato la Vassiliou.

Secondo il rapporto, la Slovacchia ha anche un problema con il suo allarmante numero di insegnanti. Tale quota si è ridotta del 17% dal 2000 al 2008. «Sfortunatamente accanto a Danimarca, Islanda e Turchia, siamo tra i Paesi con il più basso numero di insegnanti in formazione continua». D’altro canto, la Slovacchia ha il merito della seconda miglior performance nel completamento del secondo livello fra i giovani dai 20 ai 24 anni. La Slovacchia ha raggiunto inoltre buoni risultati grazie all’aumento della percentuale di laureati in scienza e tecnologia. Il rapporto rivela infine che gli studenti slovacchi studiano spesso all’estero, mentre il Paese si piazza al quarto posto nella categoria della mobilità tra gli studenti europei.

(Fonte webnoviny.sk)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google