Napolitano a Bratislava: ottima collaborazione tra Italia e Slovacchia

Il Presidente italiano Giorgio Napolitano si è recato questa mattina, accompagnato dalla moglie Clio, a incontrare a Bratislava il suo omologo slovacco Ivan Gasparovic nella sua prima visita in Slovacchia. Dopo la cerimonia di benvenuto nel cortile del Palazzo Presidenziale, che comprendeva naturalmente l’offerta agli ospiti come da tradizione di pane e sale, i due capi di Stato, accompagnati dalle loro delegazioni, si sono riuniti per colloqui. Ivan Gasparovic ha fatto gli auguri all’ospite italiano per il significativo anniversario dei 150 anni di unità che l’Italia sta celebrando, e ha assicurato la sua presenza a Roma al culmine dei festeggiamenti italiani, per la Festa della Repubblica del prossimo 2 Giugno.

«Con l’Italia abbiamo una collaborazione senza problemi in tutti i settori – politico, economico e culturale», ha detto il Presidente slovacco, e ha confermato l’interesse della Slovacchia di sviluppare ulteriormente la cooperazione e la valorizzazione delle relazioni bilaterali.

Ivan Gasparovic ha anche ringraziato l’ospite italiano per la sua partecipazione personale alla scoperta del busto di Alexander Dubcek in Largo Bratislava a Roma lo scorso 20 Gennaio. «Ho avuto l’onore di incontrare personalmente Alexander Dubcek sia come dissidente che, nel periodo più felice della sua vita, quando era Presidente del Parlamento federale cecoslovacco», ha detto Giorgio Napolitano al riguardo, che ha poi sottolineato il suo apprezzamento per la qualità delle relazioni bilaterali e l’alto livello che hanno raggiunto, e ha ringraziato Gasparovic per la promessa di partecipare al 150° anniversario dell’Unità a Roma.

Per quanto riguarda i rapporti economici tra i due Paesi, Italia e Slovacchia hanno sviluppato diversi progetti promettenti nel settore dell’energia, con l’italiana Enel che è coinvolta, come proprietario di maggioranza della società elettrica slovacca Slovenske Elektrarne, nella costruzione della terza e quarta unità della centrale nucleare di Mochovce. Dopo il loro completamento, la Slovacchia dovrebbe essere autosufficiente nella produzione di energia elettrica.

L’ospite italiano ha sottolineato che l’italia è «disposta a continuare e intensificare la nostra cooperazione nei settori dell’energia, dove posso esprimere la mia soddisfazione per le attività già esistenti sul mercato slovacco», ha affermato Napolitano, che ha notato che l’energia nucleare per scopi pacifici non è considerata una minaccia nonostante il fatto che in Italia negli ultimi due decenni l’energia nucleare non sia utilizzata per un referendum che ne ha bloccato sviluppo». La questione del nucleare è considerato un capitolo estremamente importante nei confronti dell’UE, e questo è un problema che dobbiamo affrontare tutti insieme, ha detto Giorgio Napolitano.

Ivan Gasparovic, ha sottolineato la necessità di tener conto dei luoghi nei quali si decide di costruire impianti atomici e dei rischi di possibili disastri naturali, Aggiungendo che, da questo punto di vista, la nostra situazione è dissimile da quella in Giappone e non esiste alcun rischio.

I Presidenti hanno parlato anche della crisi economica e dell suo impatto sull’economia dell’Unione Europea. Non hanno evitato il dibattito sulla sicurezza nucleare, che dovrebbe essere una priorità, perché l’energia nucleare è e rimarrà una fonte di energia elettrica in Europa. Grande apprezzamento da parte di entrambi è stata fatta sulla comune cooperazione nelle istituzioni multinazionali, e nella la partecipazione congiunta a NATO, UE, ONU e altre istituzioni internazionali.

Affrontando l’argomento dei tristi eventi in Libia, «quello che sta accadendo in Libia ora può essere considerato come una mancanza di funzionamento delle analisi politiche. La Slovacchia appoggia i tentativi dell’UE per stabilizzare la situazione in questo Paese del Nord Africa», ha detto Ivan Gasparovic. L’ospite italiano ha sottolineato ancora le sue parole «la situazione in Africa e in Medio Oriente è considerata allarmante e quindi dobbiamo dedicarvi una grande attenzione. È vero che abbiamo sottovalutato la crescita dei Paesi africani, Tunisia, Egitto e Libia, e non abbiamo preso le giuste valutazioni degli eventi che hanno portato al mancato rispetto dei diritti umani». Napolitano ha apprezzato  l’atteggiamento dei Paesi, tra cui la Slovacchia, che hanno deciso di affrontare la situazione in Libia sul principio umanitario pur non partecipando alle operazioni militari.

In materia di immigrazione e migrazioni di massa, secondo Napolitano bisogna intervenire a livello europeo, perché non si può continuare a lasciare questo problema solo sulle spalle di un Paese immediatamente adiacente alla regione destabilizzata. Ivan Gasparovic ha sostenuto la necessità di una decisione congiunta e rivedere gli stessi principi democratici per affrontare questo problema, che ricade anche nell’ambito del problema della migrazione dei rom.

Giorgio Napolitano, infine, ha apprezzato il contributo della Slovacchia per il salvataggio dell’Euro, che è il risultato del crac di alcune economie europee che non hanno saputo affrontare la crisi. In particolare, poi, il Presidente italiano ha  fortemente sottolineato l’invariato e costante atteggiamento pro-europeo di Ivan Gasparovic.

La visita di Napolitano è poi proseguita incontrando il Premier Iveta Radicova, e, dopo il pranzo offerto dalla coppia presidenziale slovacca, con un colloquio con il Presidente del Parlamento Richard Sulik.

Prima di lasciare il Paese il Presidente Napolitano avrò l’occasione di inaugurare la mostra “Paolo Veronese – Ritratto maschile” presso la Galleria Civica di Bratislava, nella sede rococò di Palazzo Mirbach, che sarà aperta al pubblico da domani  e rimarrà visitabile fino a fine Giugno.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google