Ministro delle Finanze: spazio per ridurre le tasse in Slovacchia molto limitato

In Slovacchia gli imprenditori non vedranno probabilmente una riduzione sostanziale delle imposte e dei prelievi sui salari, in un futuro prossimo. Questo canale per l’aumento della competitività dell’economia e il miglioramento dell’ambiente business è già esaurito. «Lo spazio per ulteriori riduzioni delle imposte e dei contributi sui salari è molto limitato», ha dichiarato il Ministro delle Finanze Ivan Miklos alla conferenza  Views on Slovakia’s Economy 2011 che si è tenuta Martedì. A suo modo di vedere, il prelievo fiscale in Slovacchia è uno dei più bassi in Europa.

C’è però un certo spazio di manovra, secondo Miklos, per migliorare le condizioni dell’economia nella Pubblica amministrazione. «Il problema è una Pubblica amministrazione inefficiente, che pertanto rende i servizi pubblici di qualità molto bassa e inadeguata», ha spiegato. Se la Slovacchia vuole competere mantendo bassi livelli di tassazione dovrà aumentare significativamente la qualità, l’efficenza e la produttività nella Pubblica amministrazione, e le riforme in questo settore saranno tra le priorità del Governo. Secondo il Ministro delle Finanze, e del resto anche secondo il Primo Ministro Iveta Radicova, le priorità fondamentali del Governo rimangono però il consolidamento delle finanze pubbliche, presupposto per un miglioramento del tenore di vita e della competitività dell’economia, con l’obiettivo dichiarato di riportare il deficit di bilancio (ora fuori controllo) sotto al 3% del PIL entro il 2013.

Anche il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha definito ieri credibile il piano di consolidamento del Governo, dopo un approfondito esame nella corrente visita del gruppo di lavoro dell’FMI in Slovacchia, ritenendo le misure prese dal Gabinetto corrette

(Fonte webnoviny)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.