Pollak: i problemi dei rom non possono essere risolti senza un lavoro nelle comunità

Se la Slovacchia vuole risolvere la questione dei rom può farlo solo attraverso il lavoro sviluppato direttamente all’interno della comunità rom, il che è stato però trascurato in Slovacchia, ha detto ieri il delegato del Governo per le comunità rom Miroslav Pollak. Secondo lui è necessario essere attivi direttamente negli insediamenti rom e uno dei modi per farlo è attraverso i centri comunitari.

Il direttore dell’organizzazione non-profit ETP Slovensko Slavka Macakova concorda con Pollak rispetto ai centri sociali. Secondo lei, i bambini rom negli insediamenti spesso hanno bisogno inizialmente di una modalità di educazione informale. «Un centro sociale è un posto così … è molto spesso situato nei pressi del luogo in cui i bambini vivono», ha detto la Macakova, aggiungendo che in quei centri si possono portare a termine varie forme di istruzione. Il Governo, dice poi, dovrebbe pensare a coinvolgere di più i centri delle comunità.

ETP Slovensko ha realizzato diversi progetti in questo ambito che si sono rivelati avere successo, ha aggiunto la Macakova.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.