Dzurinda scandisce gli orientamenti della politica estera slovacca per il 2011

La Slovacchia continuerà il suo sostegno attivo per un ulteriore allargamento dell’Unione Europea e della NATO, principalmente in direzione dei Balcani occidentali. Questo il succo delle principali linee guida della politica estera della Slovacchia per il 2011 presentate al Parlamento dal Ministro degli Esteri Mikulas Dzurinda e approvate Mercoledì.

La Slovacchia appoggia fortemente la conclusione dei negoziati di adesione all’UE con la Croazia entro la metà di quest’anno, e nel contempo l’inizio dei colloqui con Montenegro e Macedonia. «Dopo il parere positivo della Commissione Europea nella seconda metà del 2011, potremo anche promuovere la concessione dello status di candidato e l’inizio dei negoziati di adesione con la Serbia», recita il documento redatto dal Ministero degli Affari Esteri presentato in Parlamento. Inoltre, la Slovacchia appoggia rapidi ma obiettivi negoziati di adesione con l’Islanda, e il proseguimento dei colloqui con la Turchia.

La Slovacchia sarà anche impegnata nel fornire aiuto per la modernizzazione e le riforme nei Paesi del Partenariato orientale (Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Moldavia e Ucraina). Particolare attenzione dovrebbe essere dedicata agli accordi di associazione e agli accordi sulle zone di libero scambio.

Tra le priorità della politica estera slovacca vi è anche la garanzia di stabili forniture di materie prime strategiche dalla Russia ai clienti europei. «Saremo di supporto ad una più significativa penetrazione di prodotti slovacchi sul mercato russo», scrive il Ministero.

Per quanto riguarda l’Asia, la Slovacchia promuoverà un rafforzamento di dialogo politico ed economico con Cina, Giappone, India, Corea del Sud e Indonesia, mentre i partner più importanti in America Latina sono Brasile, Messico e Argentina.

Per quanto riguarda il contrasto agli effetti della crisi economica, la Slovacchia si adopererà attivamente per aumentare la responsabilità economica all’interno dell’Unione Europea, sostenendo per esempio un equilibrio tra gli interessi dei grandi e piccoli Stati membri dell’UE per l’attuazione del Trattato di Lisbona.

Sempre in una prospettiva a lungo termine la Slovacchia cercherà di lavorare per ospitare una delle agenzie o delle istituzioni dell’Unione Europea.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.