Rinviata l’abrogazione della legge sulle relazioni commerciali, KDH non è d’accordo

Il Parlamento ha passato ieri il rinvio della votazione sull’abrogazione della legge sulle relazioni commerciali tra catene distributive e loro fornitori, in particolar modo alimentari. Promotore del rinvio è stato il Presidente dell’Assemblea Richard Sulik, e la votazione è stata spostata al mese di Maggio. La Coalizione dovrà prima concertarsi per venire incontro alle esigenze di alcuni parlamentari di maggioranza che hanno apertamente dichiarato di non voler sostenere l’attuale proposta.

I Cristiano Democratici di KDH sono tra i maggiori critici. «Non posso e non sosterrò l’abrogazione di questa legge», ha dichiarato il deputato Peter Muransky durante la discussione parlamentare. Esistono relazioni non corrette tra fornitori e catene di distribuzione, ha detto, e andrebbero considerate. Dello stesso parere il collega di partito Mario Radosovsky, che ha aggiunto la necessità di regolare le grandi catene distributive, che di fatto controllano il mercato slovacco, dichiarando che tali soggetti, con le loro campagne promozionali programmate, stanno lavando il cervello ai consumatori slovacchi.

«L’abrogazione di questa legge non è una buona cosa, lo sarebbe se fosse piuttosto integrata da un’altra legge», ha dichiarato l’ex KDH Andrej Durkovsky, ora deputato indipendente. «L’abolizione della legge non cambierà niente in positivo, così ritengo opportuno aspettare fino a che nuove norme di regolamentazione siano state preparate. Cosa otterremmo dall’abrogazione di questa legge? Penso sia giusto aspettare e delineare una nuova legge», ha aggiunto Maria Sabolova, sempre di KDH.

Il Ministro dell’Economia Juraj Miskov (Libertà e Solidarietà / SaS) ritiene inutile la legge, all’atto pratico. «Questa legge è pura ingegneria sociale. Non contribuisce al miglioramento delle relazioni commerciali tra fornitori ed acquirenti. Non è servita a rafforzare la posizione dei produttori verso le grandi catene commerciali, non ha indebolito queste ultime, nè aumentato la quantità di prodotti slovacchi sugli scaffali dei negozi. E neppure ha calmierato i prezzi. Questa legge ha conseguito un unico scopo, il deterioramento dell’ambiente imprenditoriale in Slovacchia», ha dichiarato Miskov.

Il Ministro pensa che i parlamentari di KDH dovrebbero ricordarsi che, alla firma del programma di Governo, avevano «appoggiato il programma di Governo, che esplicitamente prevedeva l’abolizione di questa legge inutile», ha chiuso Miskov. Il Consiglio dei Ministri aveva approvato l’abrogazione di questa legge, entrata in vigore sotto il precedente Governo di Robert Fico, in una seduta dello scorso Gennaio.

(Fonte webnoviny)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.