Ministero Finanze: ritornano sul tavolo le accise su birra e vino per il 2012-2014

Torna in questi giorni di attualità nella politica slovacca lo spettro delle accise su birra e vino, che nell’autunno scorso vennero aspramente combattute dalle rispettive categorie di produttori, e non passarono in Parlamento per un soffio, quando quattro deputati Cristiano Democratici (KDH) si astennero dal voto, aprendo peraltro una fase di crisi nel Governo. Il Ministero delle Finanze ha rispolverato ora l’idea di un aggiustamento delle accise sulla birra all’interno degli schemi di intervento per il bilancio 2012-2014, come del resto era nei programmi del Ministro Ivan Miklos (SDKU-DS). L’aliquota dell’accisa dovrebbe essere ancora come già previsto l’anno scorso: 22% per i piccoli birrai e 27% per la grande industria.

L’Associazione slovacca dei produttori di birra e malto non comprende questo ritorno del Ministero all’idea di un aumento delle accise. I produttori sono consapevoli dello stato delle casse dello Stato, ma il presidente dell’associazione Roman Sustak ritiene che bisogna cercare soluzioni più complesse. «Il prezzo della birra è già aumentato, perché lo è il prezzo delle materie prime, l’orzo in particolare che è cresciuto del 40% l’anno scorso. Se si aggiungesse un aumento delle accise, l’onere per i birrai sarebbe davvero pesante», ha dichiarato. Il Ministero prevede dale accise sulla birra entrate per lo Stato di circa 37 milioni di euro nei prossimi tre anni.

Anche l’Unione slovacca dei produttori di uva e vino (ZVHV) fa sentire la sua voce, e avverte che l’aumento delle tasse sul vino rischia di liquidare il settore. Il Ministro delle Finanze Miklos ha presentato Venerdì la prima bozza del bilancio 2012-2014, dove viene indicata anche l’accisa sul vino che dovrebbe far incassare 20 milioni di euro nei tre anni. Questo potrebbe schiacciare i produttori slovacchi, che sono toccati due volte: con l’imposizione diretta, che aumenterà i costi, e anche per il calo della produzione di vino in Slovacchia. Le sovvenzioni per il settore della viticoltura sono calcolate sulla base della produzione ufficiale, e dunque il settore riceverà meno fondi per la modernizzazione delle vigne, second le spiegazioni del direttore dell’Unione, Jaroslava Kanuchova-Patkova.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google