Radicova: l’ESM sarà usato solo come ultima risorsa. Sulik: abbiamo dei dubbi

A seguito dell’accordo dei Ministri delle Finanze europei lo scorso Lunedì sulla contribuzione al nuovo Meccanismo Europeo di Stabilità (ESM) si è aperta una discussione in Slovacchia con pro e contro. Iveta Radicova ha specificato, durante il vertice del Consiglio Europeo di Giovedì e Venerdì, che il Meccanismo sarà utilizzato soltanto come ultima risorsa, e il perfezionamento delle discussioni a livello UE che durano ormai da un anno dovrebbero evitare che anche un solo centesimo di euro esca dal Meccanismo in modo inappropriato.

«Prima dovranno essere utilizzati tutti gli altri strumenti a disposizione, il rispetto del Patto di Stabilità, il controllo del settore bancario, e così via. C’è una certa probabilità che se questi strumenti verranno usati, l’ESM potrebbe non essere nemmeno necessario […]. L’ESM è lì solo per il caso in cui un Paese fallisce del tutto, dopo aver utilizzato tutti gli altri strumenti», ha assicurato la Radicova. Il Meccanismo sarà operativo dal mese di Giugno 2013.

La Radicova ha informato di una modifica approvata al vertice dai Primi Ministri e Presidenti d’Europa presenti. «Il capitale iniziale di 80 miliardi di euro sarà suddiviso in singoli depositi nel giro di cinque anni. Per la Slovacchia questo vorrà dire 132 milioni di euro all’anno … Questo rende le cose molto più semplice per tutti i Paesi», ha detto, aggiungendo che la Slovacchia è stata una dei Paesi che hanno promosso questo modello.

Per il possibile prestito al Portogallo, la Radicova ritiene che la crisi politica di quel Paese è un problema per tutti i membri della zona Euro. «Quello che sta succedendo in Portogallo si riflette immediatamente sui mercati, che reagiscono tutti insieme. L’instabilità politica minaccia la zona Euro», ha aggiunto.

Richard Sulik, presidente del secondo partito di Governo, Libertà e Solidarietà (SaS), ha ribadito le obiezioni del suo partito all’ESM, data la necessità di versamenti in contanti invece delle garanzie che sono in uso dalla scorsa estate. «Quello dovremo versare nel sistema di salvataggio, 600 milioni di euro, potrebbe essere usato per molte altre cose utili, come la riforma dei prelievi, per esempio», ha detto, aggiungendo però che SaS non intende ostacolare l’intera Europa. «Cercheremo una soluzione con l’obiettivo di tutelare il denaro dei contribuenti e mantenere le nostre promesse elettorali».

Secondo il Ministro delle Finanze Ivan Miklos (SDKU-DS), che ha rappresentato la Slovacchia in occasione dei negoziati sulla costituzione dell’ESM, un certo malinteso sorto in merito al deposito in contanti. «Il denaro in contanti non significa che i soldi che depositiamo sarà utilizzato per un prestito. Si tratta di un investimento nel capitale dell’ESM», ha detto.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google