PSA-Peugeot a Trnava rischia il fermo perché a corto di componenti dal Giappone

La casa automobilistica PSA Peugeot-Citroen Slovakia rallenta oggi la sua produzione nel suo impianto alle porte di Trnava. Per il resto della settimana lo stabilimento produrrà soltanto con un turno di lavoro. «Annunceremo Giovedi come proseguiremo la produzione la settimana successiva», ha annunciato il portavoce di PSA Peter Svec. Il motivo dello stop produttivo è legato al recente terremoto in Giappone, in quanto il produttore giapponese Hitachi ha smesso di fornire dei componenti utilizzati per la produzione di motori diesel. Lo stabilimento può proseguire l’operatività come da programma – senza i componenti – solo per questa settimana.

Una fonte del quotidiano economico Hospodarske Noviny ha riferito che l’impianto a Trnava stava per lanciare la produzione della nuova Peugeot 208. «Siamo una delle fabbriche più giovani del gruppo, ed è naturale che vi confluiscano nuovi progetti, anche se per ora è prematuro dire quando», ha osservato il portavoce di PSA Peter Svec, non confermando né negando l’informazione. Ma le recenti dichiarazioni del Primo Ministro slovacco Iveta Radicova indicano che PSA a Trnava lancerà davvero la produzione del nuovo modello. La Radicova aveva riferito che PSA intende passare al regime produttivo di tre turni lavorativi dai correnti due, «per sviluppare nuovi progetti», aveva detto. L’aumento produttivo porterebbe a creare nuovi posti di lavoro, il cui numero potrebbe salire di altri 1000, dai circa 3000 che sono impiegasti dall’azienda al momento.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.