Uhliarik: rispetto protesta dei medici, ma non è vero che privatizziamo la sanità

Il Ministro della Salute Ivan Uhliarik ha detto ieri che capisce e rispetta la protesta dei medici specialisti, ma, spiega, «ognuno ha il diritto di protestare. Mi dispiace dire, però, che molte delle loro affermazioni non sono vere. La nostra riforma non vuole in realtà privatizzare tutto o far pagare l’assistenza sanitaria», ha detto Uhliarik dopo la seduta del Governo di ieri.

Il Ministro ha continuato, dicendo che l’obiettivo della riforma sanitaria è di rafforzarne la solidità finanziaria, e destinare i soldi agli ospedali che ne hanno bisogno. Questo significa che è necessario aumentare le entrate degli ospedali, per impedire loro di sprofondare nel debito, e consentendo loro di aumentare gli stipendi dei loro dipendenti.

Ieri, gli appartenenti all’Unione medici specialisti (SLUS) hanno organizzato una manifestazione chiamata “Giornata della protesta bianca e rossa”, invitando i cittadini a parteciparvi indossando abiti bianchi e rossi o legando nastri degli stessi colori alle auto e ai balconi, e passeggiare per le strade delle città e paesi. Tutto questo per dimostrare la disapprovazione per la situazione attuale nella sanità slovacca.

Già il 9 Marzo scorso i medici di SLUS avevano sospeso l’assistenza sanitaria per un’ora, e il suo presidente Andrej Janco aveva annunciato che i medici avrebbero continuato la loro protesta.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.