Dogane slovacche: controlli radioattività più rigorosi. In Giappone allarme alimentare

La Direzione delle dogane ha emanato istruzioni agli uffici doganali in tutta la Slovacchia di effettuare controlli più severi per quanto attiene i livelli di radioattività, ha avvertito ieri il portavoce della Direzione Miroslava Slemenska. «Considerando la preoccupazione della gente per le informazioni su un potenziale pericolo radioattivo, vorremmo rassicurare che, proprio come fatto fino ad ora, continueremo a fare un uso intensivo di tutte le attrezzature a nostra disposizione per prevenire l’ingresso in Slovacchia (e nell’UE) di merci e alimenti contaminati», ha detto. Il direttore dell’Ufficio Igiene slovacco Gabriel Simko aveva annunciato Venerdì in un comunicato che l’Autorità di controllo veterinario e alimentare dello Stato (SVPS) dovrà testare i prodotti alimentari importati dal Giappone.

Il disastro ambientale in atto nel nord-est giapponese ha suscitato un certo allarme su tutto il pianeta per quanto riguarda la possibile contaminazione radioattiva dopo le perdite di radiazioni che si sono registrate nella centrale nucleare di Fukushima. Nell’area intorno alla centrale sono stati proibiti raccolta e consumo di latte e verdura, in particolare spinaci, e ne è stato vietato il commercio ed il trasporto, ma sembra che quest’ordine sia arrivato tardi, ed alcune partite di alimentari siano uscite dall’area in questione mettendo in allarme l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Ieri il livello di allarme si è alzato per i livelli di radioattività registrati nel mare di fronte alla centrale, che sono fino a 126 volte superiori ai tetti massimi di legge nel Paese, e che presuppongono nel giro di breve un blocco alla pesca nella zona.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.