Il disastro giapponese non dovrebbe influenzare granché l’economia Slovacca

Una delle tante immagini dell'onda tsunami sulle coste giapponesi

Una delle tante immagini dell'onda tsunami sulle coste giapponesi

Un analista di UniCredit Bank, David Derenik, ha previsto che l’economia Slovacca non dovrebbe necessariamente risentire del disastro naturale in Giappone. Al contrario, i lavori di ricostruzione da parte di numerosi Paesi potrebbero avere un impatto lievemente positivo sull’economia slovacca a medio e lungo termine. L’export verso il Giappone rappresenta un mero 0,1% sul totale. «Comunque parte dell’export slovacco finirà in Giappone, mediato dal suo più grande partner commerciale, la Germania, che spedisce oltre l’1,4% del suo export nel Paese del Sol Levante. Ma è comunque una piccolissima parte», ha dichiarato Derenik. Gli import dal Giappone sono invece sono lievemente superiori, rappresentano l’1,1% sul totale. Ma alcuni di essi sono rappresentati da tecnologie avanzatissime difficilmente rimpiazzabili da altri Paesi anche in caso di carenza. La maggior parte dell’import è rappresentata da componentistica per elettronica di consumo, quasi i due terzi, in particolar modo destinati alla produzione di TV LCD. Segue la componentistica per il settore automotive. Da questi dati si evince che l’economia slovacca non dovrebbe essere afflitta fortemente da relazioni commerciali dirette.

(Fonte UniCredit)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.