Governo: approvato piano di rilancio delle ferrovie, confermata vendita 66% di Cargo

Il programma di rinascita del settore ferroviario slovacco, che il Governo ha approvato nella seduta di Mercoledì, prevede la dismissione di circa 5.000 dipendenti delle tre società di Stato che gestiscono infrastrutture e traffico ferroviario nel Paese. Il piano approvato dovrebbe riportare entro tre anni le tre società in equilibrio e portare ad ottimizzare la configurazione del settore del trasporto ferroviario. Il Ministero dei Trasporti sta andando avanti sulla decisione di trovare un partner strategico per l’azienda del trasporto merci Cargo ZS Slovakia, da farsi in una gara internazionale entro la metà del prossimo anno, con la cessione di una quota del 66% e mantenendo la proprietà del restante 34%. Il Ministero delle Finanze avrebbe invece proposto di vendere l’intera partecipazione di Cargo in una volta sola.

Cargo dovrebbe licenziare1.800 persone in tre fasi, il che è pari ad un quinto del totale del suo personale. Il gestore dell’infrastruttura ferroviaria, Ferrovie Slovacche (ZSR) dovrebbe lasciarne a casa 2.700 entro la fine del 2012 in due fasi, il 16% dell’attuale forza lavoro. L’operatore di trasporto passeggeri ZSSK invece dovrebbe licenziare 621 persone entro il 2014 in cinque tappe, il 12% dei suoi dipendenti totali. Il numero effettivo di di licenziamenti, comunque, potrebbe essere inferiore in quanto la società ha annunciato una minore riduzione di collegamenti ferroviari rispetto a quanto indicato nel programma di rivitalizzazione.

Cargo, poi, vuole risparmiare 25 milioni di euro entro la fine di quest’anno con una riduzione di spese di gestione e di personale e ulteriori 13 milioni di euro l’anno prossimo. Secondo il piano, i salari dell’azienda non verranno toccati. L’indebitamento di Cargo raggiunge oggi il 75%, con un ammontare di passività a 518 milioni di euro su un patrimonio di 685 milioni.

ZSSK prevede la riduzione dei costi per 880 euro quest’anno grazie alla riduzione del personale dirigente, e 1,3 milioni di euro nei prossimi anni. I chilometri dei suoi collegamenti ferroviari dovrebbero diminuire di 1,14 milioni dagli attuali 32.400 mila chilometri percorsi.

ZSR dovrebbe ridurre la spesa di 10,7 milioni di euro mediante la razionalizzazione delle strutture organizzative della direzione generale e ottimizzando la gestione dei trasporti. Un nuovo sistema di gestione e manutenzione delle infrastrutture dovrebbe far risparmiare 8,6 milioni di euro. Le aste elettroniche per gli appalti di beni e servizi, per esempio, dovrebbero portare minori costi per un valore di 3 milioni.

(Fonte webnoviny)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google