Il Ministero dell’Istruzione valuta le tasse universitarie per gli studenti a tempo pieno

Il Ministero dell’Istruzione slovacco sta analizzando la possibilità di introdurre tasse di iscrizione per gli studi universitari a tempo pieno, come ha ammesso il Ministro Eugen Jurzyca ai membri della Commissione parlamentare per l’Istruzione, la Ricerca, la Gioventù e lo Sport. Jurzyca afferma che nel caso l’analisi indicasse l’opportunità di introdurre tasse di iscrizione in alcune circostanze specifiche, lui ne darà comunicazione pubblica, anche se mancasse il supporto politico per portarla avanti. Altri ulteriori passi saranno visti solo dopo avere i risultati delle analisi.

Il Ministro ha presentato un piano di compiti per il suo Dicastero per gli anni 2010-2014, piano che i deputati dell’opposizione hanno criticato per essere troppo generico. L’idea è che gli studenti a tempo pieno paghino le tasse quando superano la lunghezza standard degli studi o quando studiano in più università. Oggi, solo gli studenti esterni pagano per gli studi, una modifica fatta dal Governo di Robert Fico nel 2007. Nel 2010 la Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale il fatto che solo alcuni studenti esterni paghino per l’istruzione, mentre altri no. La Corte ha anche annullato il contingentamento per le università, che limitava il numero massimo di studenti esterni. Secondo il presidente della Conferenza dei rettori slovacca, Libor Vozar, le università perderanno 25 milioni di euro all’anno se le tasse universitarie per gli studenti part-time fossero completamente abolite.

(Fonte webnoviny)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.