La Radiotelevisione slovacca licenzia e ristruttura l’organizzazione interna

Il servizio radiotelevisivo pubblico gestito dalla nuova Radio e Televisione della Slovacchia (RTVS) sta preparandosi a fare licenziamenti. Quest’anno, RTVS pianifica la riduzione di 200 dipendenti, e anche 85 manager, per lo più direttori di unità organizzative, che, secondo la nuova struttura organizzativa, cesseranno di esistere. La ragione dei licenziamenti è da trovarsi nella fusione di alcune delle unità dell’ex Televisione Slovacca (STV) e della Radio Slovacca (SRo) dopo la fusione di entrambi i media pubblici in uno solo, RTVS, dal 1° Gennaio di quest’anno. RTVS ha attualmente 132 dirigenti, 92 dei quali sono alla televisione e il resto alla radio. Il licenziamento dei soli 85 dirigenti porterà risparmi per 2,5 milioni di euro.

Dopo che il Consiglio di RTVS ha adottato la nuova struttura organizzativa del media pubblico questo Lunedi, il suo direttore generale Miloslava Zemkova ha detto che i manager licenziati potranno partecipare ai concorsi per le nuove unità che verranno create. La Zemkova presuppone che la maggior parte dei nuovi uffici saranno assegnati a persone che già lavorano per l’azienda, e la presidenza di RTVS si aspetta che lo Stato l’aiuti a saldare i debiti se vuole conservare l’attuale sistema di media di servizio pubblico. Tuttavia, il direttore generale Zemkova ha informato nella sessione del Consiglio di amministrazione di RTVS che non le è stata promessa al momento alcuna assistenza da parte dello Stato, e la sostenibilità della situazione finanziaria attuale è sostenibile solo per pochi mesi, ha avvertito.

(Fonte webnoviny)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google