Slovenska Pospolitost marcia domani per commemorare la prima Repubblica Slovacca

Domani, Sabato 12 Marzo, si farà una marcia per celebrare lo Stato indipendente slovacco di metà Novecento. Il portavoce del municipio di Bratislava Stare Mesto, Tomas Halan, ha detto che la marcia è stata concessa per Sabato, tra le 13 e le 17. Si dovrebbe iniziare a Hodzovo Namestie, davanti al Palazzo Presidenziale, e poi continuare fino al cimitero Martinsky cintorin, dove si trova la tomba del Presidente della prima Repubblica Slovacca, Jozef Tiso, che fu giustiziato per tradimento dopo la Seconda Guerra Mondiale. Secondo il sito web di estrema destra Slovenska Pospolitost, la cosiddetta “Marcia per la Nazione” dovrebbe iniziare alle 14 ed è organizzata da Maria Sykorova. Nel 2010 la donna era candidata alle elezioni comunali, alla carica di Sindaco di Bratislava-Petrzalka e per un seggio nel Consiglio comunale di Petrzalka, per il partito Ludova Strana – Nase Slovensko (Partito Popolare – Slovacchia Nostra).

Slovenska Pospolitost (Fratellanza slovacca) è uno dei movimenti più a destra dell’arco extra-costituzionale slovacco. Il gruppo, di tendenze estremiste, è nato nel 1996 e vive nel culto della prima Repubblica, uno Stato indipendente slovacco sotto il controllo dei nazisti. A questo riguardo, tuttavia, vi sono tuttora voci di dissenso tra gli storici. Il Parlamento slovacco dichiarò l’indipendenza il 14 Marzo 1939, poco prima che Hitler chiedesse, ed ottenesse dai maggiori Paesi europei, l’annessione della regione dei Sudeti che comprendeva parte della Cecoslovacchia e della Polonia (la Slesia). In Slovacchia venne instaurato un regime conservatore guidato dal parroco Jozef Tiso, che diventò Presidente della Repubblica e segretario del Partito Popolare Slovacco fondato dall’abate Andrej Hlinka, fautore dell’autonomia slovacca, e nel cui nome venne creata subito dopo la sua morte una milizia, la Guardia di Hlinka, braccio militare del partito che gestiva la sicurezza interna del nuovo Paese .

Il capo di Pospolitost, Marian Kotleba, famoso per i suoi raid contro zingari e ungheresi, chiude sempre i suoi discorsi con il motto “Na Straz!”, in guardia, che era anche quello della Guardia di Hlinka. Il gruppo parrebbe avere legami con il movimento internazionale Terza posizione (organizzazione neofascista britannica fondata dall’italiano Roberto Fiore negli anni Ottanta) e il Fronte nazionale europeo, di cui fa parte anche il movimento italiano Forza nuova, di cui Fiore è capo.

Oggi intanto, Venerdì 11 Marzo, inizierà anche una manifestazione culturale anti-fascista chiamata Dost bolo ticha (C’è stato abbastanza silenzio). Indirizzata contro il fascismo, il neo-nazismo e i festeggiamenti del 14 Marzo – il giorno nel 1939 quando venne annunciato lo Stato slovacco indipendente di impronta politica di destra – che durerà per diversi giorni e includerà discussioni, concerti e una maratona di film.

(La Redazione, Fonte Slovak Spectator)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google