Radicova: questa mattina ho dovuto prendere la decisione più difficile nella mia vita

Il Primo Ministro Iveta Radicova ha confessato oggi di aver dovuto prendere la sua decisione politica più difficile. Si riferiva alla decisione sulla posizione della Slovacchia nei confronti della difficile situazione in Libia. Lo ha raccontato ai partecipanti di un evento chiamato ‘Nase Mesto (Città nostra) 2011’ che si teneva stamane a Bratislava.

«Questa mattina ho dovuto prendere la decisione più difficile della mia vita, ne sono sicura. Ho avuto 30 minuti [per prendere la decisione]. Spero di aver fatto una buona scelta», ha detto, senza fornire ulteriori dettagli. Parlando con la Tasr pochi istanti più tardi, ha solo ripetuto che i vari Paesi del mondo stanno decidendo le mosse da fare relativamente alla situazione in Libia, che è attualmente molto grave.

«Si tratta di fissare quali strumenti utilizzare per risolvere la complessa congiuntura, e se intervenire o meno», ha detto la Radicova, specificando che la Slovacchia rimane alla sua precedente decisione (del 7 Marzo), e dunque si aspetta che la situazione sia affrontata con strumenti diversi da un intervento militare. «Non è cambiato nulla su questo», ha sottolineato.

E intanto l’Unione Europea ha formalmente esteso l’embargo contro la Libia anche a cinque organizzazioni finanziarie e una persona fisica, come hanno riferito stamattina diplomatici europei, precisando però che le restrizioni saranno efficaci da domani. Nessuno dei 27 Stati membri ha espresso obiezioni all’inserimento nella lista della LIA (Libyan Investment Authority), della Banca Centrale, di tre altri istituti finanziari e di un ex alto funzionario. LIA è un fondo sovrano con circa 70 miliardi di dollari investiti in attività europee, tra cui Unicredit e altre banche, Juventus, Fiat, Finmeccanica e Pearson.

L’Italia nel frattempo fa sapere, per mezzo del Ministro della Difesa Ignazio La Russa, che sulla Libia condividerà le scelte della NATO. La nostra posizione non sarà né quella di aizzare né quella di frenare», ha detto il Ministro recandosi a Bruxelles per la riunione dei Ministri della Difesa della Nato. «La NATO fa bene a tenere pronte diverse opzioni. La scelta avverrà secondo gli sviluppi della situazione», ha detto. Per quanto riguarda gli immigrati dal Nord Africa, ai giornalisti che gli chiedevano se l’Italia chiederà l’eventuale redistribuzione tra i Paesi dell’UE, La Russa ha detto, svicolando, che «questa è una materia che riguarda il Ministro degli Esteri».

(Fonte TASR, La Redazione)

Radicova: questa mattina ho dovuto prendere la decisione più difficile nella mia vita

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google