Pravda: nuovo Codice del Lavoro troppo a vantaggio delle imprese, dipendenti senza garanzie

La modifica al Codice del Lavoro elaborata dal Ministero del Lavoro va a vantaggio dei datori di lavoro, scrive oggi il quotidiano Pravda a pagina 3. I dipendenti perderanno parte delle loro garanzie e vantaggi, come il diritto al TFR e allo stesso tempo un periodo di preavviso. In alcuni casi la settimana lavorativa potrà essere aumentata fino a 48-56 ore, anche se di comune accordo tra datore di lavoro e dipendente. Poi, scrive il giornale, alcuni gruppi di nuovi dipendenti possono vedersi aumentare i loro periodi di prova. Ciò vale anche per alcuni dirigenti, anche se non è esattamente chiaro chi sarà interessato.

Il Ministero del Lavoro sostiene che le misure sono pensate per rendere il mercato del lavoro più flessibile, soprattutto in considerazione del fatto che la Slovacchia ha uno dei più alti tassi di disoccupazione in Europa. Dice anche che le modifiche ricalcano norme già in vigore in altri Stati membri dell’UE.

Gli economisti sono comunque pessimisti sugli effetti della modifica. «Le modifiche al Codice del Lavoro, da sole, non riducono la disoccupazione. È anche necessario ravvivare il mercato del lavoro per renderlo più vantaggioso alla creazione di nuovi posti di lavoro, ha detto Michal Palenik dell’Istituto per l’occupazione, aggiungendo che allo stesso tempo i lavoratori non possono essere trasformati in “vassalli”, sotto la paura costante di perdere il lavoro.

Anche se abbiamo ottenuto delle concessioni come datori di lavoro, avremmo voluto vedere di più. «Siamo soddisfatti dei risultati dei negoziati, anche se dobbiamo ammettere che avrebbero potuto essere più a nostro favore», ha detto il rappresentante dell’Associazione dei sindacati dei datori di lavoro (AZZZ), Juraj Borgula.

Il vicepresidente della Confederazione dei sindacati (KOZ), Vladimir Mojs, lamenta invece la perdita della tutela dei lavoratori e un indebolimento del principio della contrattazione collettiva, sottolineando la formulazione poco chiara in alcuni punti dell’emendamento. «C’è già un sufficiente margine per la flessibilità, ma non è sempre utilizzato, soprattutto quando va a vantaggio del lavoratore», ha aggiunto Mojs.

Secondo il quotidiano, le modifiche proposte dal Ministero non sembrano prendere in considerazione lo scopo del Primo Ministro Iveta Radicova di proteggere i più deboli. La Radicova ha però commentato la proposta come un disegno di legge di standard europeo.

(Fonte Pravda)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google