In vigore dal 1° Marzo la nuova legge sugli appalti pubblici con obbligo di asta elettronica

A fine Febbraio il Presidente della Repubblica Slovacca Ivan Gasparovic ha firmato l’emendamento alla legge sugli appalti pubblici che dà il via definitivo all’obbligatorietà delle aste elettroniche per le gare di importo superiore al limite stabilito per legge. Questo, secondo i promotori della revisione, porterà lo Stato a risparmiare e spendere in maniera più effettiva le finanze pubbliche con condizioni più severe e una maggiore trasparenza per gli appalti pubblici, il che dovrebbe limitare corruzione e clientelismo.

La aste online saranno obbligatorie per le forniture di beni, ma anche prestazione di servizi e lavori di costruzione se è possibile stabilirne esattamente i requisiti tecnici. Gli acquirenti non saranno obbligati ad applicare le aste elettroniche per gli ordini sotto al limite di legge, ma dovranno pubblicare relazioni trimestrali sui contratti di modesto valore che siano comunque superiori a 1.000 euro.

La valutazione delle offerte da parte della commissione esaminatrice, poi, dovrebbe diventare pubblica, ad eccezione delle informazioni riservate, dei segreti commerciali e degli aspetti riservati delle offerte. La commissione non potrà respingere le offerte più basse basso senza logica, come veniva fatto attualmente, e il termine per la presentazione delle offerte non dovrà essere inferiore a 20 giorni dalla data in cui il committente emette il bando. Le aste online saranno poi obbligatorie per le società a partecipazione statale e per le associazioni di persone giuridiche ove almeno una di queste è obbligata a fare una gara pubblica.

Il presidente dell’Ufficio Appalti Pubblici (UVO) sarà eletto e revocato dal Parlamento su proposta del Consiglio dei Ministri. Fino ad ora, invece, l’incarico era deciso soltanto dal Governo.

L’emendamento è in vigore dal 1° Marzo 2011, e rende obbligatorie le aste elettroniche per l’importo minimo di 133.000 euro. Dal 1° Gennaio 2012 gli importi per l’obbligo saranno abbassati, e suddivisi in base al tipo di appalto. Per le gare relative all’acquisto di servizi e merci l’importo di gara dal quale saranno obbligatorie le aste elettroniche scende a 60.000 euro, mentre sarà fissato a 40.000 euro il limite per i lavori edili.

(Fonte webnoviny)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google