Sramko, ex Governatore NBS, diventa Consigliere di Intesa Sanpaolo

L’ex Governatore della Banca Centrale Slovacca (NBS) Ivan Sramko è diventato consulente del Gruppo Intesa Sanpaolo per le attività dell’Europa centrale e sud-orientale. Lo ha comunicato ieri Alena Walterova, portavoce della VUB Banka, società slovacca controllata da Intesa Sanpaolo.

Sramko è stato Governatore di NBS tra il 2005 e il 2010 (dove era stato Vice per i tre anni precedenti), e in questo incarico ha avuto un ruolo chiave nell’adozione dell’Euro da parte della Slovacchia, avvenuta nel Gennaio 2009. L’adozione della moneta europea ha generato una serie di vantaggi immediati per la Slovacchia, quali maggiori stabilità e fiducia, oltre al più alto rating della regione. E il Paese ha dimostrato forte capacità di uscire dalla crisi e riacquistare, nel 2010, la leadership in Europa in termini di tasso di crescita che è di gran lunga superiore ai tassi dell’Europa Occidentale.

Nella sua nuova posizione, Sramko rappresenterà Intesa Sanpaolo nei Consigli di amministrazione di cinque banche del Gruppo: l’ungherese CIB Bank, la serba Banca Intesa Beograd, la croata Privredna Banka Zagreb, la slovena Banka Koper e Intesa Sanpaolo Banka, Bosnia Erzegovina.

«Con la sua profonda conoscenza dell’area, la sua esperienza internazionale e il suo eccezionale track record, è la scelta ideale per Intesa Sanpaolo. Siamo convinti che le nostre attività internazionali trarranno beneficio dalla sua autorevolezza e grazie alla sua conoscenza, ampiamente riconosciuta, in ambito regolamentare e di business», ha fatto sapere Intesa Sanpaolo.

Nel Febbraio 2010, Sramko era diventato Ambasciatore della Slovacchia e rappresentante permanente presso l’OCSE, incarico che ha recentemente lasciato su sua richiesta.

(Fonte Asca, La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.