Aumentano i prezzi dei biglietti ferroviari (+5% da Luglio) ma non la qualità

I biglietti del treno saranno più cari da Luglio, scrive il quotidiano Hospodarske Noviny ieri, citando il capo della Società ferroviaria slovacca Peter Kravec che conferma le intenzioni. Le tariffe dovrebbero salire in media del 5%, e i viaggi più subiranno in termini relativi i maggiori incrementi. Dall’altra parte, i biglietti dei treni espressi non subiranno aumenti così significativi.

Gli aumenti significano che i passeggeri contribuiranno al piano di rilancio delle ferrovie, anche se prima delle elezioni dello scorso anno i partiti della Coalizione avevano sostenuto che le tariffe sarebbero salite solo insieme alla qualità dei servizi, scrive il giornale.

Il piano di rilancio, del quale abbiamo ieri parlato estesamente, è stato progettato per consentire alle tre società ferroviarie del Paese di riequilibrare i loro conti, e prevede un taglio doloroso al personale, con 5.000 esuberi. I sindacati sono contro il progetto, e sostengono che il numero dei licenziamenti dovrebbe essere inferiore, e minacciano scioperi se non si raggiunge un accordo con il Governo.

Dei 5.000 esuberi, 3.000 persone dovrebbero perdere il lavoro già nel corso di quest’anno, diventando così il più grande licenziamento della storia della Slovacchia, mentre gli altri 2.000 dovrebbero seguire nel 2012. Il sistema ferroviario slovacco, di proprietà dello Stato, è composto da tre operatori: la Società ferroviaria slovacca (ZSR) che gestisce le infrastrutture, le Ferrovie dello Slovacchia (ZSSK) che gestiscono il trasporto passeggeri, e Cargo Slovakia che opera il trasporto ferroviario merci. Il Ministro dei Trasporti, che ha competenza sulla materia, aveva pianificato i licenziamenti da tempo, ma era stato rallentato dal Primo Ministro Iveta Radicova, nel tentativo di trovare una soluzione meno dolorosa dal punto di vista occupazionale, soluzione che però non è arrivata.

«Tremila persone in un anno è una cifra enorme – non sarà possibile trovare un lavoro per tutti», ha detto Martina Klubicova, capo dell’agenzia di ricerca personale Synergie.

(Fonte HN)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.