Rapina a mano armata in filiale UniCredit a Bratislava, nostri colleghi coinvolti

La filiale di UniCredit in Trencianska ulica dopo la rapina (foto © L.Colusso)

Poco prima delle 12 di oggi è stata rapinata la filiale UniCredit di via Trencianska a Bratislava. All’interno si trovavano alcuni nostri colleghi, l’editore e amministratore di Slovakia Group Loris Colusso e Luciano Rossi, che accompagnavano due clienti per una comune pratica di apertura di conto corrente. I quattro si trovavano nell’ufficio del direttore della filiale, Tibor Toth il quale, dopo essere uscito per fotocopiare alcuni documenti, è rientrato scuro in viso e facendo segno agli italiani di stare calmi. Solo in seguito i nostri hanno realizzato che sulla porta  si trovava un uomo che impugnava una pistola e che gliela teneva puntata. Si presume che il rapinatore sia entrato in banca proprio mentre il direttore era alle prese con la fotocopiatrice.

Toth si è recato alla sua scrivania per prendere le chiavi della cassaforte e se ne è uscito con l’uomo, lasciando i quattro soli nell’ufficio, che dalle pareti a vetro hanno seguito i movimenti dei due nella sala della banca. Quando erano fuori visuale, Colusso ha tentato di telefonare alla Polizia, ma i timori di poter essere visto attraverso i vetri e di suscitare una reazione del rapinatore lo hanno poi fatto abbandonare l’intento.

Del resto la cosa si è risolta piuttosto velocemente. Il direttore della filiale ha spiegato con calma all’uomo, che era incappucciato con una sciarpa avvolta intorno al volto, la necessità di attendere che il temporizzatore della cassaforte ne permettesse l’apertura. Dopo aver svuotato le casse degli sportelli di quanto ha trovato, il rapinatore ha poi deciso di lasciar perdere e di fuggire prima dell’arrivo della Polizia, che del resto è arrivata prontamente – avendo una sede non lontano dalla banca – probabilmente allertata da un impiegato della banca.

Il rapinatore stesso era piuttosto nervoso, dicono i nostri colleghi “inviati speciali” inconsapevoli, e quando è scappato ha pasticciato un po’ con la porta dell’agenzia. Grandi elogi ha fatto Loris Colusso del comportamento del direttore della filiale, rilevando che ha avuto un grande sangue freddo ed ha sempre parlato e cercato di tranquillizzare l’uomo nonostante la pistola puntata. Si trattava probabilmente di un gesto disperato. Da indiscrezioni, il danno per la banca ammonta a circa 10.000 euro.

In nostri colleghi, nel momento in cui scriviamo (sono le 16:30) si trovano ancora presso la centrale di Polizia e attendono di essere interrogati sui fatti di cui sono stati testimoni.

Non è cosa comune in Slovacchia una rapina in banca. Ma del resto le misure di sicurezza delle banche del Paese non sono proprio a prova di ladro, e per questo erano state anche criticate qualche tempo fa dal Ministero degli Interni. Non ci sono quasi mai porte con rilevatori di metalli, e solo raramente si trovano operatori di sicurezza presenti. UniCredit ne utilizza alcuni, probabilmente a rotazione, che oggi non erano però presenti alla filiale Trencianska.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google