Logistica ieri e oggi. Parte 22: gli strumenti per la Qualità: Six Sigma – 1

Quanto fin qui descritto porta ad un incremento dell’efficienza e quindi della competitività in un’impresa modernamente organizzata; se però tutte queste operazioni e gli investimenti necessari non immettono sul mercato prodotti di buona qualità, soddisfacendo la domanda dei consumatori (sia quelli esterni che quelli interni), non vi saranno “ROI” (Return of Investments) e quindi profitti adeguati. A volte, e soprattutto per produzioni di massa, il controllo dei prodotti in uscita e dei processi coinvolti “a campione” non sono sufficienti a garantire livelli di qualità elevati. Si rende quindi necessario implementare un sistema che diminuisca significativamente i livelli di difettosità di un prodotto.

Verso la metà degli anno ’80, Bob Galvin e Bill Smith di Motorola (USA) introdussero un sistema chiamato “Six Sigma”, più tardi adottato anche da aziende come Microsoft, General Electric e Honeywell.

L’obiettivo di questo sistema è di ottenere prodotti che presentino difettosità pari a 3,4 difetti per milione, e cioè livello “Sigma Sei”; tale obiettivo era stato precedentemente definito impossibile da raggiungere a causa degli strettissimi limiti e ferree regole che si imponevano alla produzione, e si riteneva che un livello “Sigma Tre” potesse essere accettabile.

Tuttavia, il sistema è stato implementato con successo presso molte grandi industrie; le cause di questo successo sono dovute al fatto che il sistema ha come obiettivo primario l’eliminazione dei difetti e degli sprechi, piuttosto che un semplice miglioramento delle prestazioni, in quanto se si conosce esattamente la percentuale di difettosità dei propri prodotti e/o processi, si è anche in grado di identificarne le cause e di eliminarli.

Sigma Sei, oltre che essere il nome del sistema, consiste anche nel livello ottimale di difettosità (cioè 3,4 difetti per milione); più basso sarà il valore Sigma (∑), ad esempio Sigma 5, più alta sarà la qualità della nostra produzione. Un valore Sigma elevato (7 o 8) indica che sono necessari interventi atti a migliorare processi e meccanismi.

segue

(FFW)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.