Sario Media Monitoring

Riportiamo anche oggi alcune delle più importanti notizie tratte dalla newsletter di Sario, Agenzia del Ministero dell’Economia per attrarre gli investimenti diretti in Slovacchia e per la promozione del commercio estero, firmata dalla nostra collega Maria Mikusova. Il nostro Editore, Slovakia Group s.r.o., è business partner di Sario per il mercato italiano, ed è disponibile a fornire aiuto ed informazioni per tutto quello che riguarda gli investimenti in Slovacchia da parte degli imprenditori italiani.

–  L’occupazione nell’industria è cresciuta del 2,7% su base annuale nel corso dell’ultimo mese del 2010. L’Ufficio di Statistica slovacco ha informato inoltre che il settore trasporto e magazzinaggio ha registrato un aumento dello 0,7% nel numero di dipendenti a partire da Dicembre 2009. Altri settori monitorati hanno seguito il declino in corso nell’occupazione in Slovacchia. Il numero dei dipendenti è diminuito nei seguenti settori: ICT (-9,6%), vendita e riparazione di autoveicoli (-4,6%), pub e ristoranti (-3,9%), alloggio (-3,1%), commercio all’ingrosso (-3%), servizi di mercato selezionati (-2%), edilizia (-1,9%) e commercio al dettaglio (-1%).

–  Coloro che guadagnano di più probabilmente smetteranno di pagare tasse più alte allo Stato. Il Ministero delle Finanze si propone di cancellare una delle misure del Governo precedente, la cosiddetta tassa dei milionari. Il portavoce del Ministero, Martin Jaros, ha affermato che l’intera imposizione e il sistema dei contributi sociali sta per essere sostituita con una nuova metodologia. In ogni caso, la Coalizione non è ancora arrivata ad un accordo su una versione definitiva della riforma.

– Secondo i dati raccolti da una ricerca della società Euler Hermes Servis, durante lo scorso anno sono state avviate 819 procedure di fallimento in Slovacchia. Di queste, 477 sono le imprese realmente andate a gambe all’aria, mentre 106 sono le imprese che hanno avviato un processo di ristrutturazione. I rimanenti procedimenti sono stati congelati a causa delle insufficienti attività delle società in difficoltà. Lo ha detto Eva Budzakova, responsabile raccolta del credito presso la Euler Hermes Servis Slovakia, nel corso della presentazione della ricerca il mese scorso.

–  Il Gruppo Energetika Vychodoslovenska (VSE) ha investito oltre 52 milioni di euro lo scorso anno, con un aumento del 12,5% rispetto al 2009. Il portavoce di VSE Andrea Danihelova ha dichiarato che una parte importante dei fondi investiti è stata diretta alla rete di distribuzione. «La controllate di VSE Vychodoslovenska Distribucna ha effettuato più investimenti, e i fondi sono stati utilizzati per la ricostruzione e l’ammodernamento della rete di distribuzione», ha dichiarato la Danihelova. Il gruppo prevede di investire circa la stessa somma anche quest’anno.

–  Il numero delle immatricolazioni di autovetture nuove e veicoli commerciali di piccole dimensioni fino a 3,5 tonnellate ha raggiunto in Slovacchia la cifra di 4.772 nel primo mese di quest’anno, ha riferito l’Associazione slovacca dell’industria automobilistica (ZAP). Rispetto allo stesso periodo di un anno fa, il numero di nuove immatricolazioni è cresciuto del 21,80%. L’inizio del nuovo anno è quindi promettente per quanto riguarda le vendite di automobili, dato che i primi mesi degli anni precedenti sono stati caratterizzati dalla stagnazione, o diminuzione dei volumi.

–  L’Autorità anti-trust slovacca (PMU) già sta esaminando la situazione sul mercato bancario dopo che il Ministero delle Finanze ha reso pubblico il sospetto di un potenziale accordo di cartello tra banche per non calare interessi e commissioni dei prodotti bancari. L’autorità ha informato sta prendendo informazioni e avvierà l’esame della situazione, sottolineando però che la grande copertura mediatica del caso sta rendendo l’inchiesta più difficile perché le imprese bancarie accusate sui media tendono a non divulgare informazioni e a distruggere le prove, come ha dichiarato il direttore di PMU, Tibor Vrzgula.

–  Migliaia di dipendenti delle aziende di trasporto passeggeri e dell’industria elettrotecnica possono essere quasi certi di avere aumenti salariali come l’anno scorso. Dal 1° Aprile gli stipendi dei conducenti cresceranno del 3% e quelli nell’industria elettrotecnica del 3,8%. Queste cifre derivano da un accordo preso tra sindacati e rappresentanti dei datori di lavoro. «Abbiamo deciso di mantenere i salari reali. L’accordo tiene conto della situazione attuale del mercato», ha confermato Juraj Trabelssie dell’Associazione di trasporto bus. Il personale dell’industria manifatturiera sono invece ancora in attesa di nuovi stipendi. Il sindacato chiede un aumento del 5%, ma il capo negoziatore dell’Associazione slovacca dei datori di lavoro RUZ, Juraj Borgula, ha tuttavia respinto la proposta.

–  L’operatore di cava Kamenolomy, con sede a Nove Mesto nad Vahom (regione di Trencin) sta progettando di raddoppiare l’output della cava di pietra di Jablonica nel comune di Senica (regione di Trnava). L’azienda vuole incrementare la produzione annuale dalle attuali 50.000 a 200.000 tonnellate di pietra da costruzione, ritenendo che ci siano per condizioni per uno sfruttamento più intensivo e a lungo respiro. Nei piani dell’investitore presentati per la valutazione di impatto ambientale si legge che intende allargare l’area di scavo di Jablonica a più di dieci ettari, fino al 2035. L’investitore ritiene che le riserve geologiche di Jablonica possano fornire 4,3 milioni di metri cubi, con costi annuali di lavorazione per 664,000 euro.

(Fonte Sario)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google