Governo: lancio di misure per ridurre i rincari dei prezzi alimentari in Slovacchia

I rincari dei generi alimentari sono all’attenzione del Governo, che sta elaborando una serie di misure per mitigare gli effetti degli aumenti sulle famiglie e per limitare la rapida crescita dei prezzi, ha detto ieri il Primo Ministro Iveta Radicova in una conferenza stampa a Bratislava. «I significativi aumenti dei prezzi derivano soprattutto dagli sviluppi sui mercati mondiali», ha spiegato la Radicova (SDKU-DS). Tra le mosse già adottate, e che il Premier si attende porti i suoi frutti, vi è l’abolizione di una legge sulla regolamentazione dei rapporti commerciali tra le catene di vendita al dettaglio e i produttori, legge passata dall’ex Governo di Robert Fico.

Il Ministro dell’Agricoltura Zsolt Simon (Most-Hid) ha detto che «per affrontare la situazione di coloro che stanno peggio, abbiamo lanciato una gara pubblica per la fornitura di 46 mila tonnellate di grano che sarà utilizzato per produrre farina e pasta che saranno poi dati a chi non ha i minimi mezzi di sussistenza», ha detto Simon. Le spese del provvedimento saranno da coprire con fondi UE.

Anche il Ministero dell’Economia sarebbe concentrato nel contribuire al ribasso dei prezzi. «In Slovacchia abbiamo l’energia più cara tra i Paesi V4 [Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia] e siamo secondi in tutta l’Europa nei prezzi dell’energia per l’industria. Questo è senza pari, non possiamo consentirlo», ha detto Il Ministro dell’Economia Juraj Miskov (Libertà e Solidarietà / SaS). Per questo motivo l’agricoltura slovacca manca di competitività e i prezzi sono così alti, ha detto. L’Autorità di regolamentazione dell’energia URSO sta lavorando su un nuovo quadro normativo, per impedire che i prezzi in Slovacchia siano i più alti d’Europa, ha aggiunto il Ministro.

Il leader del maggior partito d’opposizione Smer-SD, Robert Fico, in una conferenza stampa organizzata subito dopo, ha accusato il Governo di umiliare il Paese con queste misure «da Paese centroafricano». Fico si riferiva in particolar modo alla distribuzione gratuita di derrate alimentari, che sarà gestita dalla organizzazioni non governative. Quando vengono coinvolti gli operatori umanitari, ha detto l’ex Premier, vuol dire che un Paese è allo sfascio e il sistema non sta funzionando. È ora, ha detto, che il Governo confessi il suo fallimento a sette mesi dal suo insediamento.

(Fonte TASR)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google