Indagine: la Slovacchia è ancora indietro in materia di eGovernment

Nonostante alcuni progressi in termini di accessibilità dei servizi elettronici della Pubblica amministrazione, la Slovacchia è ancora indietro rispetto alla media dei 32 Paesi monitorati, ferma sulla 28esima posizione nella classifica, hanno detto ieri i rappresentanti di Capgemini, società di consulenza che ha realizzato uno studio per UE chiamato eGovernment Benchmark 2010, e ha presentato i risultati a Bratislava ieri.

Lo studio ha confermato l’esperienza degli slovacchi che, nonostante l’accessibilità estesa di servizi elettronici, non sono sufficienti per risolvere le situazioni di vita reale dei cittadini e degli imprenditori. Per esempio, è ancora necessario presentare ripetutamente domande in vari uffici per gestire qualcosa come la costituzione di una società, o per registrare le dimissioni di un dipendente.

L’accessibilità e la sofisticazione dei servizi elettronici forniti dalla Pubblica amministrazione è cresciuta all’interno dell’Unione Europea di anno in anno. Lo Stato deve fornire servizi che semplificheranno la vita delle persone in un unico luogo di contatto.

Lo studio ha dimostrato che l’accesso online a 20 servizi di base in 32 Paesi europei (UE più Islanda, Norvegia, Svizzera, Croazia e Turchia) ha raggiunto l’82% nel 2010, con una crescita del 13% rispetto al 2009. La complessità globale dei servizi elettronici è aumentata del 7% su base annuale, per arrivare all’attuale 90%.

(Fonte TASR)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google