Il Ministero del Lavoro, Affari Sociali e Famiglia sceglierà il fornitore dei buoni pasto per un valore di 22,3 milioni con un’asta

Il Dicastero del Lavoro ha deciso di scegliere il nuovo fornitore di buoni pasto sotto forma di un’asta elettronica, stando alla nota pubblicata sul gazzettino ufficiale degli appalti pubblici. Il valore totale della fornitura è stimato in 22,3 milioni di euro senza considerare l’IVA, in tre anni. Gli interessati possono sottoporre le proprie offerte fino a metà marzo di quest’anno. Il criterio principale di selezione per il Ministero è il valore nominale dei buoni pasto, seguito dal tempo di consegna e dal tempo di gestione dei reclami. Uno dei criteri accessori di valutazione, da utilizzarsi soltanto in caso di parità delle offerte è rappresentato dal tasso di occupazione di personale diversamente abile negli anni 2009 e 2010.

fonte TASR

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.