Tensione per il possibile scontro tra SNS e Jobbik a Komarno

È prevista per Venerdì 4 Giugno nella città slovacca di Komarno, in occasione del novantesimo anniversario del trattato del Trianon (che ristabilì i confini del centro Europa), l’istallazione di una targa commemorativa da parte del Partito Nazionalista Slovacco (SNS). Prenderanno parte all’inaugurazione quasi tutti i rappresentanti più importanti dell’SNS: “con l’istallazione del monumento proprio sul confine, faremo vedere all’Ungheria dove sono i limiti stabiliti dal Trattato del Trianon. Con la nostra presenza vogliamo dimostrare che Komarno è una città slovacca“, ha detto Slota. Sorge però qualche problema, dal momento che è prevista, anche se in via non ufficiale, un’ulteriore manifestazione da parte del partito estremista ungherese Jobbik. Motivo della protesta, proprio il trattato in questione che novant’anni fa tolse territori alla vecchia Ungheria. Slota ha inoltre espresso grande preoccupazione per la recente approvazione del 4 Giugno come nuova festività nazionale intesa dal Governo Ungherese come festa di „Coesione Nazionale“. „Anche se contiene tante belle parole“, ha detto il leader dell’SNS, „alcune frasi confermano come siano interessati a far rinascere la Grande Ungheria, quella che loro identificano con l’ex Regno d’Ungheria“. „Per di più“, ha fatto notare, „certe frasi danno l’impressione che il loro Governo supporti l’idea di voler promuovere dei referendum per l’autonomia politica in aree (di altri paesi) abitate da minoranze etniche ungheresi“.

(Fonte TASR, a cura di Marco Monterosso)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.