Gasparovic rifiuta ancora di firmare la legge sulla lingua inglese obbligatoria

Il Presidente slovacco Ivan Gasparovic ha rifiutato ancora una volta di firmare l’emendamento alla legge sull’istruzione che dovrebbe far diventare le lezioni di lingua inglese obbligatorie nelle scuole slovacche a partire dalla terza elementare. In ogni caso, la legge entrerà comunque in vigore dal 1° Marzo, dato che il veto di Gasparovic è stato prontamente superato da un succesivo voto del Parlamento.

Poche settimane fa, quando ha rifiutato di firmare l’emendamento per la prima volta, il Presidente ha contestato che un simile provvedimento avrebbe trasformato l’inglese nella lingua preferenziale tra quelle insegnate nelle scuole slovacche, cosa che aveva suscitato le proteste di alcuni Ambasciatori stranieri. L’obiettivo, aveva affermato Gasparovic,  è di insegnare agli studenti slovacchi due lingue straniere, mentre l’emendamento in questione rende l’inglese preferenziale rispetto alle altre lingue.

L’emendamento, inoltre, cancella la pratica dell’emissione delle pagelle di metà anno (alla fine di Gennaio), che saranno eventualmente consegnate ai genitori che ne faranno specifica richiesta alla scuola, nel qual caso essi riceveranno una comunicazione informale. Gli studenti riceveranno le pagelle ufficiali l’ultimo giorno dell’anno scolastico, cioè alla fine di Giugno.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.