Lipsic: il Sistema di soccorso integrato è al collasso, dobbiamo modernizzarlo

È un villaggio Potemkin. Così ha descritto il Ministro dell’Interno Daniel Lipsic l’attuale sistema di soccorso integrato della Slovacchia parlando con i giornalisti ieri dopo la seduta di Governo, riferendosi alla definizione dei villaggi di cartapesta che secondo la leggenda furono costruiti in Crimea dal principe Potemkin a fine Settecento per impressionare l’imperatrice di Russia Caterina. Lipsic ha detto che nemmeno un euro è stato investito in tecnologie dell’informazione e della comunicazione nel sistema di soccorso in questi ultimi anni. «Il sistema di soccorso integrato non funziona perché c’erano altre priorità come l’acquisto di mezzi di soccorso moderni e talvolta anche molto costosi. Il che va bene, ma poi abbiamo il coordinamento delle squadre di soccorso al collasso, e le linee telefoniche sono spesso intasate», ha spiegato Lipsic, informando che il Governo ha stanziato 21 milioni di euro per la modernizzazione tecnologica quest’anno, con l’acquisto di walkie-talkie per i soccorritori sanitari che stanno attualmente utilizzando i telefoni cellulari.

Il Ministro ha poi informato che il Governo ha deciso di cercare soluzioni complete per migliorare il sistema integrato, e altre decine di milioni saranno investiti negli anni a venire. Le stime preliminari parlano di circa 100 milioni entro il 2014, secondo Lipsic.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.