Aperta un’indagine sulla demolizione del centro culturale PKO

La Polizia slovacca ha avviato un’indagine sulla questione relativa alla demolizione del noto centro culturale PKO di Bratislava, ha informato la portavoce del presidio del Corpo di Polizia Andrea Dobiasova. L’Ufficio per la lotta contro la corruzione sta studiando se vi è stato un abuso di potere nella gestione della proprietà pubblica. «L’inchiesta è nelle sue fasi iniziali, e non posso fornire nessuna ulteriore informazione», ha detto giustificando il silenzio la portavoce.

La questione PKO ha assunto un rilievo particolare dopo che il deputato ed ex Sindaco di Bratislava Andrej Durkovsky ha annunciato Lunedì di abbandonare il suo partito KDH per non danneggiarlo con le notizie negative sulla sua persona. Sme ha riferito il 19 Gennaio che l’allora Sindaco Durkovsky firmò un documento – tre giorni prima delle elezioni comunali di Novembre – nel quale ad una società denominata Henbury Development è stato riconosciuto il potere di abbattere PKO. Nel documento, datato 24 Novembre, il Comune di Bratislava ha ceduto i suoi diritti nei confronti del problema, ma si sospetta che Durkovsky abbia agito di sua spontanea volontà senza alcuna approvazione del Consiglio comunale. In base all’ultimo accordo tra Henbury e il Comune, comunque, la demolizione non sarà effettuata prima della fine di Febbraio 2011.

Secondo un’analisi giuridica, richiesta dagli attivisti civili, la demolizione di PKO deve essere prima approvata dal Consiglio comunale, che finora non ha mai ratificato nulla del genere.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.