Durkovsky: nessuna frode in BVS. Ftacnik: rimango della mia idea

L’Azienda Idrica di Bratislava (BVS) è una società sana. Non è stata privatizzata e nessuna delle sue azioni è detenuta da persone diverse da quelle che sono pubblicamente note come azionisti, ha affermato ieri in una conferenza stampa l’ex Sindaco di Bratislava, il deputato Andrej Durkovsky, che da Lunedì ha riconsegnato la sua tessera di partito, i Cristiano Democratici, per sede da primo indipendente in questo mandato parlamentare. Questo almeno fino a quando – e se – la questione potrà essere chiarita. Durkovsky ha detto che non c’è stata alcuna frode nella gestione di BVS. In qualità di Sindaco, Durkovsky era il rappresentare del maggiore azionista di BVS: il Comune di Bratislava.

Il nuovo Sindaco della capitale Milan Ftacnik ha criticato la scorsa settimana il management di BVS, sospettando che la società sia stata oggetto di frode, citando a riprova un aumento della produzione (distribuzione di acqua) a fronte di una sospetta riduzione dei ricavi. Il Sindaco ha invitato il direttore generale di BVS Daniel Gemeran a dimettersi dal suo incarico.

In un comunicato emesso sempre ieri, Gemeran ha fatto sapere di non volersi dimettere, perché non è lui il responsabile per il peggioramento dei conti della società, accusando invece «coloro che hanno approvato le politiche di regolamentazione». Considerando le difficili condizioni di regolamentazione, ha affermato Gemeran nel comunicato, l’azienda in realtà è abbastanza sana. Secondo il Rapporto sulla politica delle risorse idriche, la perdita accumulata nel settore nel 2009 ha raggiunto più di 7 milioni di euro, con la quota di BVS pari a 122.000 euro (l’1,7%).

Ftacnik, nel frattempo, non ha cambiato il suo atteggiamento negativo verso la gestione dell’azienda, e il suo portavoce Lubomir Andrassy ha detto che conferma tutte le sue dichiarazioni pubbliche, non essendoci elementi tali da giustificare un cambiamento di linea. La BVS ha bisogno, in modo inequivocabile, di un cambiamento di gestione ed è fondamentale iniziare dalla carica di direttore generale, seguita da modifiche nel Consiglio di Sorveglianza e nel Consiglio di Amministrazione, ha sottolineato Andrassy.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.