I Ministri del V4 discutono di sicurezza energetica e del corridoio gas nord-sud

Si è tenuto ieri a Bratislava, che detiene la presidenza del Gruppo di Visegrad fino a Luglio 2011, un incontro ufficiale dei Ministri dell’Energia dei Paesi V4 (Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia e Ungheria) per discutere della cooperazione regionale nell’ambito della sicurezza energetica, determinare le strategie per un’energia competitiva e sostenibile e stabilire le priorità per le infrastrutture energetiche entro il 2020.

Per la Slovacchia, ha detto il Ministro dell’Economia Juraj Miskov (che ha anche responsabilità sulle politiche energetiche del Paese) si tratta di uno dei passi più importanti nella sicurezza energetica di interconnessione del gas nord-sud. «La priorità della sicurezza e della diversificazione degli approvvigionamenti delle risorse potrà solo migliorare la competitività del mercato dell’energia domestico e regionale», ha detto Miskov. Il corridoio nord-sud, che avrà una serie di terminali di collegamento per il gas tra la Polonia e la Croazia ed è composto da molti singoli tratti, attraverserà anche tutti i Paesi V4 interessando Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria e Croazia. È stato concordato dai Primi Ministri del Gruppo di Visegrad allargato (V4+) al vertice di Budapest del Febbraio 2010, definendo meglio il progetto nel Settembre 2010 in una lettera dei Ministri dell’Energia del V4 al Commissario UE per l’Energia. Alcune parti del corridoio saranno già messe in funzione entro la fine del 2011.

Questo progetto di corridoio nord-sud per il gas (LNG, il gas naturale liquefatto, il cui volume è ridotto di 600 volte rispetto alla sostanza in forma gassosa), per la Slovacchia è un rafforzamento dell’interconnessione del gas che già esiste con la Repubblica Ceca, ed ha ricevuto l’aiuto finanziario dell’UE nell’ambito del piano di ripresa economica, definendolo strategico e stanziandovi 30 milioni di euro. Parte del corridoio è anche l’interconnessione del gas tra Slovacchia e Polonia, per la quale è stata firmata una lettera di intenti appena una settimana fa, con la creazione di un gruppo di lavoro comune, tra le aziende di gestione del trasporto del gas nei rispettivi Paesi, Eustream e GAZ-System.

Qui sotto il percorso del progetto nord-sud, che comprende ben 16 tratti tra la polacca Swinjousce, sul Mar Baltico al confine con la Germania, e il terminal chiamato Adria che è previsto sull’sola croata di Krk, nel Mare Adriatico.

(Fonte Ministero dell’Economia)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google