Claudio Magris a Bratislava presenta domani il libro Verde acqua di Marisa Madieri

Claudio Magris torna in Slovacchia a pochi mesi dalla sua precedente visita, e domani, Martedì 25 Gennaio, presenta a Bratislava il libro “Verde acqua” dell’autrice Marisa Madieri, tradotto in slovacco dal prof. Frantisek Hruska e pubblicato dalla casa editrice AnaPress. La Madieri è nata nel 1938 a Fiume, città crogiuolo di culture, che lasciò dopo la seconda guerra mondiale con l’esodo degli italiani, per trasferirsi a Trieste dove ha vissuto per alcuni anni l’esperienza del campo profughi. Dopo aver lavorato alle Assicurazioni Generali, ha svolto un’intensa attività di insegnamento nei licei, e di volontariato.

«Di Marisa Madieri desidero innanzitutto ricordare l’impegno civile. Per tanti anni è stata una presenza fondante del CAV ( Centro aiuto alla vita) di Trieste, primo rifugio per le donne che stavano portando avanti una gravidanza tra mille difficoltà, sia materiali che psicologiche. Di questo suo impegno si trova traccia anche in “Verde acqua”, in particolare in un passo, molto poetico, in cui la scrittrice solleva in braccio una neonata, Laura, giunta forse in un momento ”poco opportuno” per i genitori e pensa che ”Laura in fondo era anche un po’ mia e non lo avrebbe saputo mai”», si legge in un commento della direttrice dell’Istituto di Cultura italiano a Bratislava, Teresa Triscari.

Primo libro dell’autrice, uscito nel 1987, Verde acqua è stato tradotto in quattordici lingue. Sono seguiti La radura (1992), La conchiglia ed altri racconti (1998), anche questi due tradotti in più lingue. La blibliografia critica sulla sua opera abbraccia più di trecento tra saggi ed articoli. Chiude la sua produzione Maria (2007), pubblicato postumo e incompiuto. La sua opera complessiva è stata raccolta nelle Edizioni Einaudi sotto il titolo La radura e altri racconti, pubblicato nel 2006.

Sposata con Claudio Magris, ha avuto con lui due figli. È morta il 9 Agosto 1996 dopo aver combattuto contro un tumore per ben 15 anni.

«Una delle ragioni che mi hanno fatto leggere con tanta partecipazione Verde acqua», prosegue lo scritto di Teresa Triscari, «è proprio il tema centrale della memoria che, anche per me, nel pensiero e nella vita, è fondante. Memoria individuale e collettiva, non nostalgia del passato, bensì continua integrazione di tutta la vita nel presente, senso dell’eterno presente di tutte le cose; la memoria come salvezza dal nulla [ “Pensai – scrive la Madieri – che tutto questo una volta non c’era e un giorno non sarebbe stato più. Dio, la Grande Memoria, non poteva non esistere”]. Memoria come fondamento di ogni identità che si basa sulla libera conoscenza di sé e non sulla rimozione».

Quando: Martedì 25 Gennaio 2011, ore 18:00
Dove: Sala conferenze della Biblioteca universitaria, Venturska 11, Bratislava
Organizzato da: IIC Bratislava, Univerzitna kniznica v Bratislave, in collaborazione con AnaPress

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google